rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021

Lepore lancia la Fabbrica del programma: "Ora idee, poi sintesi spetta a me" | VIDEO

Dal 14 luglio al via al Dumbo 12 tavoli aperti per discutere del programma

È tutto pronto per la  "Nuova Fabbrica del programma" di Matteo Lepore, il candidato sindaco del centrosinistra, vincitore dalle primarie con Isabella Conti, percorso partecipativo dal quale nascerà il vero e proprio programma elettorale. Si parte il 14 luglio alle 18 al Dumbo, poi ci sarà uno spazio dedicato anche nell'ambito della Festa nazionale dell'Unità, che si terrà a Bologna dal 26 agosto. L'obiettivo è consegnare il risultato a Lepore il 15 settembre. 

"Poi spetterà a me fare la sintesi – dice Lepore – nei tavoli non sarà necessario trovare una sintesi perché questo è un compito che spetterà al candidato e alle forze della coalizione che si presenteranno nelle liste, ora si tratta di "avanzare proposte".

Con lui questa mattina alla presentazione diversi esponenti della coalizione in appoggio alla sua candidatura, a partire da Massimo Bugani, capogruppo a Palazzo D'Accursio del Movimento 5 Stelle e capo staff della sindaca di Roma, Virginia Raggi, insieme con Marco Piazza.  Isabella Conti non è presente ma ci sono Azione con Maurizio Mazzanti, Volt con Marcello Saltarelli e i Verdi con Alessandro Fabianelli. 

Molti dem, oltre al segretario Luigi Tosiani, come i deputati Andrea De Maria e Luca Rizzo Nervo, Simona Lembi, Federica Mazzoni, Roberta Li Calzi, Michele Campaniello, Luisa Guidone. Presenti i rappresentanti di Coalizione civica, Federico Martelloni e Detjon Begaj; Coraggiosa con Igor Taruffi e il Psi con Marco Strada.

Maxi Coalizione

"Stiamo lavorando insieme con Coalizione civica, la sinistra, il M5s e i tanti movimenti ecologisti che hanno aderito alle mie proposte. Adesso si uniranno anche le proposte di Isabella Conti e costruiremo la più grande coalizione progressista che il nostro Paese che in questa tornata di amministrative possa vedere". Lo afferma il candidato sindaco del centrosinistra a Bologna, Matteo Lepore, presentando oggi l'avvio della Nuova Fabbrica del programma.

Alla Fabbrica "partecipano sia i partiti e i movimenti che mi hanno sostenuto alle primarie, sia Conti e gli altri movimenti che hanno sostenuto la sua candidatura", aggiunge Lepore, che non mostra preoccupazione per la necessità di tenere insieme le componenti più a sinistra e più centriste della compagine: "Con Coalizione civica stiamo facendo un buon lavoro, insieme anche a tutti gli altri alleati. Con Isabella ci stiamo sentendo, mi aveva anticipato le sue idee, io l'ho invitata ad essere presente alla Fabbrica e già oggi ci sono alcuni suoi rappresentanti, lavoreremo per costruire un'idea condivisa".

Inoltre, "inviteremo tutte le associazioni della città, sia quelle che hanno già scritto un manifesto di idee, sia le associazioni di categoria e i sindacati. Io da questa settimana mi attaccherò al telefono- promette l'aspirante sindaco- e inviterò tutti a venire alla Fabbrica". Dalle primarie "usciamo uniti - assicura Lepore - insieme a tutte le realtà che mi hanno sostenuto e a quelle che hanno sostenuto Conti".

Il percorso della Fabbrica conta "più di 11 forze e vi posso assicurare che ne arriveranno altre", continua Lepore, sottolineando che la coesistenza di più visioni differenti "non è un problema": del resto, "Bologna è la città delle differenze". Ma in questa prospettiva, nei 12 tavoli della fabbrica "non ci dovremo chiedere tanto quali interessi vogliamo proteggere - avverte Lepore - bensì portare la nostra voglia di mettere in discussione quello che si sta facendo, per migliorarlo".

Detto altrimenti: "Vogliamo dare una spallata all'idea di una Bologna che sta ferma", dice l'attuale assessore alla Cultura e al Turismo. Che accoglie di buon grado l'intenzione da parte di Coalizione civica di "autoconvocare" dei tavoli, a partire dall'urbanistica: sul sito della Fabbrica ci sarà un form a disposizione di "chi vuole organizzare un appuntamento alimentando la discussione con delle idee, quindi non invito solo Coalizione a farlo ma tutti i cittadini".

La Fabbrica del Programma

Si parte dunque il 14 luglio con il primo laboratorio. Per partecipare è necessario compilare un modulo di iscrizione, indicando la preferenza tra i vari tavoli tra cui: Salute, Cultura, Lavoro, Urbanistica, Scuola.

"I lavori di questo primo incontro saranno preparatori rispetto agli appuntamenti di settembre. La Nuova Fabbrica del Programma avrà altri 4 incontri trasversali ai tavoli tematici. Partendo dal lavoro avviato dalle coordinatrici e dai coordinatori e da quanto emerso nelle fasi precedenti, insieme a cittadini e cittadine, associazioni, reti civiche, esperti ed esperte e imprenditrici e imprenditori, saranno condivise priorità e progetti", spiegano.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Lepore lancia la Fabbrica del programma: "Ora idee, poi sintesi spetta a me" | VIDEO

BolognaToday è in caricamento