rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Elezioni Bologna 2021

Elezioni Bologna: chi entra e chi esce dal consiglio comunale, tra conferme e grandi esclusi

Ce la fanno diverse new entry, spariscono dai radar consiglieri noti

La squadra tende verso i dieci assessori, il massimo consentito, ma già il consiglio comunale uscito dalle elezioni comunali di Bologna del 2021, prospetta una giunta Lepore a trazione civile, o comunque meno Pd-centrica rispetto alla precedente.

Tanti infatti i nomi in lizza per un assessorato, così come sono diversi i nomi che potrebbero rimanere fuori dal consiglio comunale, volti storici anche tra le file dell'opposizione.

Matematica dei dati ufficiosi permettendo, il quadro che si delinea è abbastanza chiaro, anche se la nomina della squadra di governo è sempre molto politica. Lepore e il suo entourage però non potranno non tenere conto delle preferenze espresse dagli elettori, per pesare i vari profili da assegnare alle deleghe. Molto dipenderà anche dagli equilibri interni ai partiti: in caso di figure di spicco fuori per un soffio, ai candidati più votati potrebbe essere chiesto di rinunciare al seggio per fare passare avanti il successivo. Stesso discorso per chi verrà convocato in giunta da Lepore, gli eletti sucessivi potranno essere ripescati last-minute.

Chi entra in consiglio: Santori e Clancy in testa, dentro anche Borsari e Larghetti

Sulla base dei dati del Comune, tra le file della maggioranza sono in 25 ad entrare (oltre al sindaco). Tra questi c'è chi ha preso più di mille voti personali, come Emily Clancy e Mattia Santori, ma anche l'ex presidente di quartiere San Donato-San Vitale Simone Borsari e la presidente della consulta della bici Simona Larghetti. Terzo consigliere per Coalizione civica con l'ingresso di Detjon Begaj, mentre dalla lista Conti entrano anche la riconfermata Maria Caterina Manca e Filippo Diaco (Acli). In lista Lepore dovrebbero entrare Siid Negash e Giacomo Tarsitano. Tornando al pattuglione dem, ce la fanno l'assessore uscente alla mobilità Claudio Mazzanti e l'uscente Roberto Fattori, oltre alla presidente del consiglio uscente Luisa Guidone. Gruppo M5S che da cinque si riduce a un solo eletto, con tutta probabilità Massimo Bugani.

Tra le file dell'opposizione en plein di Fratelli D'Italia, che oltre a confermare Francesco Sassone fa entrare il responsabile provinciale del partito Stefano Cavedagna. Dalla provincia 8dalla città metropolitana in verità) arriva anche Marta Evangelisti, che con Manuela Zuntini e Felice Caracciolo rappresentano la top 5 di preferenze all'interno dei meloniani.

I tre consiglieri in quota Lega potrebbero essere Matteo Di Benedetto, Paola Scarano e Giulio Venturi. Per Forza Italia c'è Stanzani, per la lista Battistini De Biase, anche se di norma uno dei posti da consigliere tra quelli in minoranza spetterebbe al candidato sindaco sconfitto.

Chi non entra in consiglio: esclusi eccellenti

Sono diversi i candidati che, almeno guardando al grezzo dato delle preferenze, non ce la hanno fatta ad agguantare uno scranno in consiglio comunale a Bologna. Tra questi spiccano in maggioranza i nomi dei capilista di Lepore Roberto Grandi (che aveva già annunciato un suo passo indietro dopo il caso Prodi) e Teresa Lopilato. Nella pattuglia dem non ce l'ha fatta il dem Raffaele Persiano, mentre a Coalizione Civica sfugge per poco la elezione di Porpora Marcasciano, anche se potrebbe rientrare all'ultimo momento. Stesso discorso anche per il M5S uscente Marco Piazza, se a Bugani verrà proposto un assessorato.

Ma è tra le fila dell'opposizione che si consuma il ricambio più marcato. Tanti nomi eccellenti della passata consigliatura finiscono, molto probabilmente, fuori dai giochi. E' il caso di Umberto Bosco, mandato per la Lega in consiglio, passato nelle fila di Fdi dopo essere stato escluso dalla lista del Carroccio. Insieme a Bosco tra i nomi noti del passato consiglio non riconfermati ci sono l'ex M5S Elena Foresti e la forzista Ilaria Giorgetti, quest'ultima per soli due voti.

Elezioni Bologna, come cambia il consiglio comunale: maggioranza più larga, Pd perde consiglieri

Elezioni Bologna, dalla 'sardina' Mattia Santori a Emily Clancy: chi sono i più votati al consiglio comunale

Elezioni Bologna, risultati definitivi: i voti degli 8 candidati a sindaco e di tutte le liste a sostegno 

Elezioni Bologna, Forza Italia si arresta al 3.7%. Castadini: "Per noi il momento della riflessione"|VIDEO

Elezioni, M5S fermo al 3,4% . Bugani: "Speravamo di avere più peso, ma siamo ripartiti da zero"|VIDEO

Elezioni, centrodestra ammaccato (e la Lega  dietro a FDI). Salvini: "C'è stato poco tempo"

Affluenza elezioni Bologna, così si è votato nei sei quartieri | DATI e GRAFICI 

Elezioni sindaco Bologna, l'analisi dei dem: "Premiata idea di coalizione di centrosinistra ampia" | VIDEO 

Elezioni Bologna, Matteo Lepore prime parole da sindaco  | VIDEO

Elezioni, Fabio Battistini (cdx) incassa la sconfitta: "Ma a Bologna c'è spazio per opposizione" | VIDEO

Risultati Elezioni Bologna, dagli exit poll ai risultati

Matteo Lepore è il sindaco di Bologna. Festa e brindisi all'arrivo in Comune | VIDEO 

Comunali, Lepore e Battistini alle urne. Gli elettori: "Momento importante" | VIDEO 

Elezioni provincia di Bologna: i sindaci eletti nei comuni al voto 

Intervista doppia a Matteo Lepore e Fabio Battistini | VIDEO


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Bologna: chi entra e chi esce dal consiglio comunale, tra conferme e grandi esclusi

BolognaToday è in caricamento