Elezioni Bologna 2021

Caos M5S: "Ci dissociamo dalle dichiarazioni di Bugani, no alle primarie PD"

"Imposto un progetto di avvicinamento al PD bolognese che dovrebbe portare al sostegno del candidato Matteo Lepore. Più opportuno un progetto di definizione di una lista elettorale con un proprio candidato sindaco". Così in una nota del Gruppo Aperto Movimento 5 Stelle Bologna, a firma Valerio Schonfeld, consigliere al Savena

"GAMB", Gruppo Aperto Movimento 5 Stelle Bologna "si dissocia dalle ultime dichiarazioni di Massimo Bugani sull’importanza e sulla necessità che gli elettori e i simpatizzanti del Movimento 5 Stelle bolognese partecipino alle primarie del centrosinistra che si terranno il 20 giugno 2021 a Bologna". Così in una una nota Valerio Schonfeld, consigliere 5 Stelle al quartiere Savena. 

In un'intervista rilasciata a Bologna Today, il pentastellano aveva infatti dichiarato di sostenere Lepore " perché sostengo chi crede nel 'Laboratorio Bologna', ovvero nella possibilità di costruire qualcosa di serio e credibile con le forze di governo del Conte2 che Renzi ha distrutto per frustrazione e vanità. Con il segretario PD Tosiani, con Elly Schlein e con gli amici di coalizione civica c'è un percorso che parte da lontano e che a mio avviso non va gettato alle ortiche". 

Elezioni 2021, Bugani (M5S): "Sostengo Lepore perché sostengo chi crede nel Laboratorio Bologna"

Come si legge nella nota "questa chiamata alle urne è l’ennesima mossa per non dire provocazione in un contesto politico interno che invece è ben diverso - poichè - prevedendo un risultato elettorale modesto, l'attuale gruppo consiliare guidato da Max Bugani ha imposto un progetto di avvicinamento al PD bolognese che dovrebbe portare al sostegno del candidato sindaco Matteo Lepore". Il GAMB dunque si sarebbe costituito in contrapposizione a tale progetto "ritenendo che eventuali accordi programmatici col Partito Democratico, chiunque sia il relativo candidato sindaco, si rivelerebbero di impossibile attuazione a causa del diverso peso elettorale. Il numero di consiglieri M5S in una lista di maggioranza così strutturata sarebbe infatti insufficiente a garantire il rispetto degli accordi presi e ci esporrebbe ad una corresponsabilità estremamente dannosa per la nostra immagine, a fronte di risultati progettuali assolutamente opinabili".

"Si ritiene più opportuno un progetto di definizione di una lista elettorale con un proprio candidato sindaco"

"Per sua natura, il GAMB è aperto a ogni confronto e dialogo con tutte le forze politiche e le anime civiche della città metropolitana, per i motivi succitati, si ritiene più opportuno un progetto di definizione di una lista elettorale con un proprio candidato sindaco da presentare in contrapposizione a quella proposta dagli attuali consiglieri comunali, con l’intenzione di chiedere al Capo politico di sottoporre in votazioni primarie agli iscritti M5S dell'area metropolitana di Bologna la scelta fra le due proposte. Queste sono le primarie a cui devono partecipare i simpatizzanti e gli elettori 5 Stelle! - continuano - per permettere loro di partecipare alla vita democratica del Movimento e per farli tornare protagonisti nelle decisioni riguardanti il futuro del Movimento bolognese e nazionale".

Primarie, il 16 maggio i Verdi chiamano Conti e Lepore al confronto all'americana

Elezioni, scende in campo il Movimento 24 Agosto ET e candida a sindaco Luca Labanti

Elezioni comunali, Coalizione Civica: "Non sono primarie del centrosinistra, sostegno di mondi s'moderati a Conti"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos M5S: "Ci dissociamo dalle dichiarazioni di Bugani, no alle primarie PD"

BolognaToday è in caricamento