Elezioni Bologna 2021

Primarie, Enrico Letta a Bologna per sostenere Lepore: "Ci sono molti motivi per votarlo"

Non potrà essere in città invece il predecessore Zingaretti, trattenuto dalla tragedia di Ardea: "Una straordinaria città come Bologna ora ha bisogno di persone come te"

Il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta, domani, 15 giugno, sarà a Bologna per la cena di autofinanziamento al parco Cevenini di via Biancolelli 41, 
"Grandissimo interprete del rilancio delle periferie" ed è il "grande testimonial" del boom turistico di Bologna. Per il segretario dem "è serio, ha lavorato bene, sa di cosa ha bisogno" la città "ci sono molti, molti motivi per votarlo, per andare alle primarie a sostenerlo" essendo certi che "sarà un ottimo sindaco di Bologna".

Le primarie saranno un "momento di popolo molto significativo", aggiunge il segretario come quelle di Roma e Torino "prodromo della migliore scelta e del modo in cui vorremmo governare: col popolo di queste città, con i cittadini e nel rappoorto con loro". Per Letta, Bologna e l'Emilia rende "orgogliosi perchè modello nel mondo e punto di riferimento: non a caso", ricorda, è qui che da poco si è recato in visita il premier Mario Draghi, per "celebrare un modello che ai temi dell'innovazione e del futuro unisce il forte attaccamento alle radici" e Lepore sarebbe "una persona che in questi anni da assessore si è dedicato alla sua città e ha fatto tante cose". 

Lepore "grandissimo interprete del rilancio delle periferie" è importante per il Pd che tende ad essere il "partito che va bene nelle Ztl, mentre andiamo in sofferenza nelle periferie. Dobbiamo smettere di essere il partito della Ztl, sono contento - dice Letta - se prendiamo voti nel centro delle città, ma dobbiamo riprendere empatia e connessione sentimentale con tutte le parti della città" e in questo "Matteo è stato bravissimo". Così anche il rilancio del turismo. "Adoro Bologna e a Bologna ho tanti legami affettuosi, ma 20 anni fa chi andava a fare turismo a Bologna? Francamente nessuno". E invece le cose sono cambiate e durante il suo periodo a Parigi Letta ha iniziato a sentire di amici e colleghi che volevano andare in vacanza proprio sotto le Due torri perchè a Bologna "hanno fatto un ottimo lavoro e lo ha fatto Matteo".

Dalla corsa alle primarie, alle domande dei lettori sulle problematiche calde. Intervista a Matteo Lepore 

Dalla corsa alle primarie, alle domande dei lettori sulle problematiche calde. Intervista a Isabella Conti

Zingaretti: "Sono convinto che sarai un grande sindaco"

"Sono convinto che sarai un grande sindaco". Così Nicola Zingaretti, presidente del Lazio ed ex segretario Pd , che non potrà essere questa sera al giardino Parker-Lennon per sostenere la candidatura alla primarie bolognesi di Matteo Lepore, accanto anche alla ex sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa. Trattenuto nella capitale a causa della tragedia di Ardea, Zingaretti ha inviato un messaggio al comitato di Lepore. "Sarei venuto volentieri - scrive Zingaretti - anche perché sono convinto che una straordinaria città come Bologna, che tanto ha dato all'Italia e alla nostra democrazia, per affrontare al meglio il futuro ora ha bisogno di persone come te che conoscono e vivono la città da sempre e da molti anni sono impegnati per migliorarla costantemente". L'ex segretario Pd prega Lepore di scusarlo "con tutte e tutti" per il forfait all'evento, dedicato ai temi della sanità.

"Sono convinto - afferma ancora nel messaggio - che la portata politica dell'esperienza che abbiamo vissuto in questo anno e mezzo sia eccezionale e avrà conseguenze profonde e durature. Comprendere che cosa ha cambiato e che cosa ci ha insegnato l'emergenza Covid è fondamentale per progettare il nostro futuro e per capire in che modo ritornare a vivere". La pandemia, scrive ancora Zingaretti, "ha fatto capire finalmente a tutti quanto sia importante difendere e rilanciare un welfare fondato su principi universalistici, investire nella sanità pubblica, quanto sia necessaria l'Europa e quanto sia fondamentale la svolta che sta avendo anche grazie al nostro impegno per essere vicina ai bisogni delle persone". Un passaggio, dunque, "importantissimo anche nell'elaborazione di una proposta di governo per le città chiamate al voto nelle elezioni comunali del prossimo autunno". La rinascita italiana, conclude infatti il democratico, "passerà per i Comuni che oltre a problemi da affrontare avranno anche tante opportunità da cogliere".

Primarie coalizione 2021: si vota il 20 giugno, cosa c'è da sapere

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie, Enrico Letta a Bologna per sostenere Lepore: "Ci sono molti motivi per votarlo"

BolognaToday è in caricamento