Martedì, 21 Settembre 2021
Elezioni Bologna 2021

Primarie Pd Bologna, gazebo aperti agli 'apolidi' di centrosinistra

Ok unanime sulle regole da utilizzare per le primarie. Dalla pre-registrazione, all'appartenenza o meno a uno dei partiti della coalizione: così le regole tracciate per il voto

La pre-registrazione è solo per il voto online. Dovranno tuttavia farsi inserire nell'albo degli elettori del centrosinistra entro il 14 giugno tutti i 16enni e cittadini stranieri che vorranno partecipare alle primarie per la scelta del candidato sindaco a Bologna. La puntualizzazione e' arrivata ieri sera durante la discussione in direzione Pd sulle regole da utilizzare per le primarie. Regole che alla fine hanno praticamente messo tutti d'accordo, ma sono state necessarie alcune correzioni del testo che aveva avuto il via libera del tavolo della coalizione il giorno precedente.

Elezioni Bologna, dal nuovo sindaco alle primarie Pd : i risultati del sondaggio BiDiMedia 

La prima riguarda appunto il chiarimento sulla pre-registrazione: in sostanza chi e' gia' nelle liste elettorali del Comune per le amministrative non deve fare nulla e puo' presentarsi tranquillamente al gazebo il 20 giugno per votare, versando gli ormai canonici due euro. L'altra modifica, questa volta sostanziale, riguarda invece l'appartenenza o meno a uno dei partiti della coalizione. Nella versione arrivata in direzione gli elettori dovevano infatti dichiarare "di essere sostenitori di uno dei partiti della coalizione", come recitava l'articolo 5. Ma questo ha sollevato diverse obiezioni tra i dem, c'e' stato persino chi ha attribuito questo requisito ai candidati tirando in ballo Isabella Conti (priva ora di incarichi ma pur sempre esponente di Italia viva, anzi la "candidata di Renzi" come l'ha definita dal fronte avversario).

Alla fine comunque la correzione è stata fatta aprendo agli 'apolidi' di centrosinistra: per votare sara' sufficiente riconoscersi "nel perimetro della coalizione". Nulla da fare invece per chi, come Giuseppe Paruolo, aveva proposto di dimezzare in extremis di budget per candidato di 20.000 euro, "in un'ottica di sobrieta'". La direzione, su impulso del segretario provinciale Luigi Tosiani, ha alla fine confermato i 20.000 euro, sulla falsariga delle competizioni precedenti. (agenzia Dire) 

Interviste e ultime news sulle elezioni 2021

Elezioni comunali, nasce la proposta "Qualcosa di sinistra per Bologna"

Lepore lancia la candidatura a sindaco: "Sbagliato importare modello San Lazzaro" | VIDEO

Elezioni, Conti ufficializza la candidatura e sfida Lepore alle primarie | VIDEO 

Elezioni comunali, Alberto Aitini verso le primarie: "Sono per un progetto comune, senza puzza sotto il naso"

Comunali, il centrodestra lancia gli Stati Generali: "Prima i temi poi i nomi" | VIDEO 

Elezioni, Facci (Lega): "Centrodestra unito più che mai, siamo al lavoro da mesi e pensiamo in grande per Bologna"

Elezioni comunali, il tavolo di BFC si allarga. Bernardini: "Bologna al bivio, all'orizzonte scelte irreversibili"

Elezioni sindaco, Pd in travaglio per l'ipotesi Conti 

Merola sbotta con assessori, Aitini diserta la Direzione PD. Dem in maretta verso le elezioni 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Pd Bologna, gazebo aperti agli 'apolidi' di centrosinistra

BolognaToday è in caricamento