Domenica, 13 Giugno 2021
Elezioni Bologna 2021

Candidati papabili, Rete Civica sostiene Mugavero: "Capace e attento al territorio. Per noi è sì"

Carlo Monaco: “Noi di Rete Civica auspichiamo vivamente che attorno a questa proposta sia possibile radunare un insieme vasto di forze attive e capaci di realizzare un progetto vincente per il bene della nostra città. Consigliere di San Giorgio di Piano, ha già esperienza”

Tra le varie proposte emerse per la candidatura del nuovo sindaco di Bologna "Ci pare particolarmente significativa quella di Roberto Mugavero, un imprenditore del mondo della cultura (fondatore della casa editrice Minerva), dalla formazione all'Istituto Aldini-Valeriani fino alla creazione di un'efficiente azienda editoriale legata agli autori e ai temi della nostra identità cittadina e oggi con esperienza di amministrazione pubblica come consigliere di una lista civica a San Giorgio di Piano". Con queste parole Carlo Monaco di Rete Civica spiega perchè adesso un nome lo si può anche fare. 

"Il punto fondamentale è che c'è sempre contrapposizione ideologica sulla base semplicemente dell'idea politica. Ma per ben governare una città adesso il problema è dato dalla capacità e dallo spirito pubblico: questo per noi significa la parola 'civico' - prosegue Monaco - e Mugavero, oltre a sapienza imprenditoriale, è una persona che sa ascoltare ed è bravo nelle relazioni pubbliche. In carica con una lista civica a noi sembra una proposta valida. Sulla sua volontà di candidarsi? Se ci sono le condizioni la buona volontà senz'altro c'è". 

Rete Civica: "Ecco perché il passante è dannoso per la città"

“Mugavero - a parlare è Marco Mastacchi, consigliere regionale per Rete Civica - ha dimostrato di essere persona capace, equilibrata e molto attenta ai problemi del territorio. La sua eventuale disponibilità sarebbe davvero una risorsa preziosa ed apprezzata da tanti”. Siamo certi che Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia abbiano la sensibilità politica di non indugiare oltre nella scelta perché questo consentirebbe fin da subito di predisporre una campagna elettorale che possa risultare vincente. Il PD vorrebbe imporre un candidato sindaco in perfetta continuità con l’esperienza di Cofferati - Delbono - Merola che ha portato Bologna ad una condizione di difficoltà quale non si era mai vista in precedenza. Lo scontro personale e quasi infantile, in atto tra Lepore e la Conti inoltre non aiuta a migliorare questa situazione ma anzi la peggiora. Noi di Rete Civica abbiamo avvertito nettamente questa esigenza nella maggior parte degli incontri che abbiamo svolto durante l’ultimo anno con le principali forze sociali e culturali presenti sul nostro territorio.Siamo soddisfatti che anche tutte le forze di opposizione abbiano apprezzato questa esigenza ed abbiano operato per fare emergere disponibilità di idee, di progetti e di candidati veramente civici alla guida della città".



 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Candidati papabili, Rete Civica sostiene Mugavero: "Capace e attento al territorio. Per noi è sì"

BolognaToday è in caricamento