Elezioni Bologna 2021

Voto a settembre? Merola: "Sentire il parere dell'Istituto superiore di sanità"

Il candidato a succedergli a Palazzo D'Accursio, Matteo Lepore, ha lanciato un appello perchè il voto delle comunali sia fissato a settembre, visto l'incedere della variante Delta

Sarebbe "molto importante sentire il parere dell'Istituto superiore di sanità". Lo suggerisce il sindaco Virginio Merola, oggi ai microfoni di E'tv, dopo che il candidato a succedergli a Palazzo D'Accursio, Matteo Lepore, ieri ha lanciato un appello perchè il voto delle elezioni comunali sia fissato nella prima parte della finestra a disposizione, cioè a settembre, visto l'incedere della variante Delta.

Lepore, rischio recrudescenza del virus: "Voto a settembre di buon senso"

Anche il deputato dem Andrea De Maria è "convinto che ci siano tutte le ragioni e le condizioni perché le elezioni amministrative previste in tanti Comuni italiani si svolgano già a settembre, sarebbe intanto la scelta più giusta sul piano della sicurezza sanitaria". Poi, comunque, "si tratta di individuare la data del voto dopo un provvedimento di rinvio rispetto alla scadenza naturale che doveva essere fra aprile e giugno e quindi trovo del tutto infondate - aggiunge il deputato - le ragioni di contrarietà che vengono addotte che si riferiscono a una presunta accelerazione". 

"Penso che sia importante che decidano comunque - sostiene Merola - abbiamo bisogno di una data, perchè organizzare un'elezione richiede passaggi importanti: 45 giorni di campagna elettorale, le liste...". In ogni caso, afferma il sindaco di Bologna, "credo sia molto importante sentire il parere dell'Istituto superiore di sanità".

Green pass obbligatorio "alla francese"?

"Un provvedimento importante da prendere a livello nazionale, anche per incentivare le vaccinazioni", risponde Merola "bisogna concentrarsi sull'aumentare le vaccinazioni per evitare di ricadere in una situazione che magari sarà meno grave dal punto di vista dei ricoveri, ma sarà comunque grave perchè la diffusione della pandemia rallenta le attività. E invece abbiamo bisogno di ripartire".

Green pass obbligatorio? Fondazione Gimbe: "Auspicabile, ma poco applicabile a breve termine"

Ben venga, dunque, l'utilizzo del green pass per poter svolgere alcune attività. "Non so su che cosa - dice Merola - ma bisognerà dire che senza vaccino non si potranno fare liberamente certe cose, così come si sta facendo nel resto d'Europa".

Questo, ribadisce il sindaco di Bologna, "può essere anche un incentivo. Ho visto che dopo l'iniziativa di Macron si sono iscritti un milione e mezzo di francesi per il vaccino". Dunque, insiste Merola, "credo che ci voglia un provvedimento che faccia comprendere fino in fondo l'importanza di vaccinarsi. Continuiamo a inseguire le persone e organizzeremo tutto perchè sia facile raggiungere i posti dove vaccinarsi, ma dovremmo tutti comprendere che vaccinarsi è senso civico ed è un dovere anche verso gli altri. L'importante è avere un provvedimento generale per potere accere ai luoghi e fare le vacanze tranquillamente", conclude il sindaco di Bologna. (dire)

Green pass obbligatorio non solo in discoteca? "Cauto" Bonaccini, contrari Salvini e Meloni

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voto a settembre? Merola: "Sentire il parere dell'Istituto superiore di sanità"

BolognaToday è in caricamento