Elezioni

Elezioni, nuovi criteri per la nomina degli scrutatori: precedenza a chi non ha lavoro

L'obiettivo - specifica l'amministrazione comunale - è quello di dare una mano a chi è in difficoltà, offrendogli l'opportunità di ricevere una piccola entrata. Altra novità: chi è nominato scrutatore e non può presentarsi deve portare una giustificazione

Già  a  partire  dalle  prossime elezioni regionali dell'Emilia-Romagna, entreranno in vigore i nuovi criteri per la nomina degli scrutatori. La  commissione elettorale ha stabilito che la precedenza sarà accordata ai disoccupati  iscritti  ai  Centri  per  l'Impiego  che  sono anche iscritti nell'albo  degli  scrutatori.

L'obiettivo - specifica l'amministrazione comunale - è quello di dare una mano a chi è in  difficoltà,  di offrire una giornata di lavoro da scrutatori accanto ai presidenti  e  i  segretari  di seggio, permettendo di ricevere una piccola entrata.

Per   quanto   riguarda  le  prossime  elezioni  saranno  chiamati  i  1140 disoccupati  iscritti  all'albo  degli  scrutatori 2014  (quelli, cioè, che hanno  presentato  domanda  d'iscrizione  alle  liste  entro il 30 novembre 2013). Attualmente  risultano iscritti all'albo degli scrutinatori 11 990 persone. Il  fabbisogno  di  scrutinatori  per  ogni  tornata  elettorale  è di 1808 persone.

Un'altra  importante novità introdotta è che, da quest'anno, chi è nominato scrutatore  e  non  può  presentarsi  deve  portare una giustificazione (un certificato  medico  o  una  lettera del datore di lavoro) in assenza della quale si rischierà la cancellazione dall'albo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, nuovi criteri per la nomina degli scrutatori: precedenza a chi non ha lavoro

BolognaToday è in caricamento