rotate-mobile
Elezioni

INTERVISTA Bugani candidato sindaco M5S: 'A differenza del PD, noi abbiamo le mani libere'

"Essere all'opposizione è frustrante - dice Bugani - ma abbiamo avuto delle soddisfazioni. Merola ha fatto un disastro con la mobilità e alla voce welfare lo zero assoluto, come dimostrano gli sgomberi". Casaleggio Premier? 'Non credo'

E' stata ben più di una pacca sulla spalla quella che Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio hanno dato a Massimo Bugani in occasione del maxi-raduno del Movimento 5 Stelle all'Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola lo scorso week-end. Tanto che non è più solo una voce quella della sua candidatura alle Amministrative 2016 di Bologna, come lui stesso conferma facendo riferimento a una lista già pronta. E approfittando dell'annuncio abbiamo chiesto a Bugani di parlare delle priorità per la città e degli errori di Merola, partendo dal tema di più calda attualità come quello dell'emergenza casa e dei recenti sgomberi

Grillo e Casaleggio hanno riconfermato anche a Imola, lo scorso fine settimana, la stima e la fiducia che ripongono nei suoi confronti: conferma l'ipotesi di una candidatura in primavera?

La mia candidatura è molto più che una ipotesi ormai da mesi. Abbiamo già la lista e siamo pronti per la grande battaglia.

Dopo quella che alcuni miei colleghi hanno chiamato 'incoronazione' ci sono state delle reazioni da parte degli elettori? Incoraggiamenti, richieste rispetto all'eventuale programma...

Ho ricevuto molto affetto in questi mesi, in città c'è grande fermento. Dopo la due giorni di Imola si sono moltiplicati gli attestati di stima e ringrazio tutti coloro che stanno sognando un governo a 5 stelle per Bologna.

A proposito del programma elettorale: se si votasse oggi quali punti sarebbero in grassetto e in cima alla lista nel suo? In cosa secondo lei Merola ha fallito o avrebbe dovuto agire diversamente?

A differenza di qualsiasi sindaco del PD noi avremo le mani libere, libere dai grandi finanziatori di quel partito ormai completamente guidato da confindustria e dalla finanza. Torneremo a dare potere ai cittadini. Questo vuol dire prima di tutto cominciare a spostare gli investimenti verso il welfare e la cultura, sottraendoli alle costosissime  follie di cemento come passante nord e People Mover.

Merola non ha rispettato l'esito di un referendum sulla scuola, ha preso soldi dalla cpl concordia invischiata in processi di mafia, ha esternalizzato tutto l'esternalizzabile, non dialoga con la polizia municipale in un momento drammatico per la sicurezza, ha messo in vendita le azioni Hera, ha perso il controllo di tper nonostante le maggiori quote in capo al comune, ha fatto un disastro con la mobilità e alla voce "welfare" lo zero assoluto. Potrei andare avanti ma mi fermo qui.

Per restare nella stretta attualità. Via Solferino la scorsa settimana e ieri lo sgombero dell'ex Telecom: il problema casa resta al centro del dibattito e le soluzioni scarseggiano. Anche in questo frangente, ci dice quali sono le sue idee a riguardo e quali le eventuali critiche a politica e questore/prefetto?

Sicuramente a nostro avviso ci dovrebbe essere un dialogo migliore tra Comune, Procura, Questura e Forze dell'ordine, ma le dimissioni sono da chiedere solo a Frascaroli, che in cinque anni non ha progettato nulla di importante, ma ha agito solo in base alle emergenze prevedibili che di volta in volta si venivano a creare. Mi dispiace per Sel, che cerca di scaricare responsabilitaà, che invece sono in gran parte in capo a loro stessi. 
Mi auguro che a tutti i bambini sia stata garantita la corretta assistenza e non capisco perche' non si sia intervenuti con gli assistenti sociali prima.  Quello che e' accaduto pero' dimostra ancora una volta in maniera lampante quanto sia fondamentale istituire il reddito di cittadinanza a livello nazionale e quanto la sfida per i Comuni nei prossimi anni sia rispondere a questa emergenza con importanti investimenti nel welfare. A Bologna in particolare siamo stufi di vedere milioni di euro buttati per asfalto e infrastrutture inutili. Bisogna cambiare gli obiettivi prima possibile, altrimenti saremo sempre di piu' davanti ad una guerra tra poveri.

La maggioranza ha vacillato in diverse occasioni a Palazzo d'Accursio...cosa pensa riguardo alla compattezza del centrosinistra? E dei candidati del centrodestra?

La maggioranza non ha mai vacillato seriamente perchè Sel ha sempre e solo fatto il doppio gioco: grandi sparate sulla stampa e poi quando arrivava il momento di votare si sono sempre messi silenziosamente al servizio del PD. Ora siamo a fine mandato e quindi fanno la voce grossa per provare a recuperare qualche voto. Spero che i bolognesi non ci caschino ancora.
A destra invece vedo solo una Lega forte e Lucia Borgonzoni candidata sindaco. Alla fine la sosterranno controvoglia anche tutti quelli che oggi le stanno facendo la guerra. Il nostro obiettivo è superare al primo turno l'accozzaglia che metteranno insieme per starci davanti.

Lei e Marco Piazza consiglieri: quali le battaglie andate a buon fine in questi anni? Quali le più grandi delusioni?

Il blocco del Civis è stato un nostro trionfo, il rallentamento del People Mover è dovuto in gran parte a noi, il referendum sulla scuola è stato un trionfo che dividiamo con le maestre e con art.33, l'aumento di raccolta differenziata ha il nostro importante apporto, la delocalizzazione di alcune aziende inquinanti deriva dalle nostre denunce, l'importantissima istruttoria pubblica sull'amianto, abbiamo costretto tutti i gruppi a non spendere soldi dei cittadini per cose inutili e abbiamo fatto cambiare il regolamento su questo aspetto dopo pochi mesi che eravamo in consiglio. 
Poi tanta sofferenza e tanta impotenza. Essere all'opposizione è frustrante.

Si legge di un Casaleggio premier: lei come lo vedrebbe?

Casaleggio sarebbe un ottimo premier, ma non credo proprio che lui abbia questo obiettivo. Continuerà a gestire il movimento 5 stelle e a farlo crescere con grande caparbietà e saggezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INTERVISTA Bugani candidato sindaco M5S: 'A differenza del PD, noi abbiamo le mani libere'

BolognaToday è in caricamento