Elezioni Politiche: in Emilia Romagna PD primo partito, la Lega non entra in Senato

In Emilia Romagna il Pd va forte e guadagna seggi in Senato con il Movimento 5 Stelle secondo partito. Non entra la Lega ferma sotto il 3%

I 3,3 milioni di elettori emiliano-romagnoli hanno eletto 45 dei 630 deputati e 22 dei 315 senatori. Senza grandi sorprese, il Pd si conferma il primo partito: al Senato guadagna seggi perché Sel non supera il quorum, ma il Movimento 5 Stelle è in seconda posizione, superando il Pdl e portando al Senato quattro donne.
Il Pd perde rispetto alle scorse politiche (ottenne intorno al 45,5%, 20 deputati e 11 senatori) e la Lega, dopo una serie di elezioni sempre in ascesa, non riesce a entrare in Senato, ferma sotto il quorum del 3%. Perde anche il Pdl, che scende da 7 a 4 senatori. Anche Rivoluzione Civile è rimasta fuori del Parlamento, senza eleggere neppure, alla Camera, il capolista Giovanni Favia. I montiani eleggono un solo senatore, Luigi Marino, già presidente nazionale di Confcooperative.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus, due nuovi casi a Modena e uno a Piacenza. In Emilia-Romagna 26 in totale. Venturi: "Proporremo nostra metodica alle altre Regioni"

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

  • Coronavirus: riminese ricoverato, aveva volato dal Marconi. Positivo anche un altro passeggero dello stesso volo

Torna su
BolognaToday è in caricamento