rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Elezioni Regionali Emilia-Romagna

Regionali a rischio astensionismo, Quintavalla: "Tutti a votare per bocciare le politiche del Pd"

A pochi giorni dal voto del 23 novembre, è sempre più concreto lo spettro dell'astensionismo. Dopo le vicende che hanno coinvolto i gruppi di via Aldo Moro per le "spese pazze" e la generale sfiducia nella politica

A pochi giorni dal voto del 23 novembre, è sempre più concreto lo spettro dell'astensionismo. Dopo le vicende che hanno coinvolto i gruppi di via Aldo Moro per le "spese pazze" e la generale sfiducia nella politica, il prossimo Presidente potrebbe essere eletto, e forse per la prima volta, con una percentuale ridotta, fatto del tutto nuovo in Emilia Romagna, dove il numero di cittadini che si recano alle urne è sempre risultato tra i più alti del paese.

"Indipendentemente da chi voteranno, non perdano l'opportunità di esercitare il diritto di voto", aveva detto qualche giorno fa Stefano Bonaccini, candidato PD. "Che il Pd sia spaventato dall'incognita di chi diserterà le urne lo dimostra anche la censura alle liste di alternativa al suo sistema di potere - è la risposta di Cristina Quintavalla, candidata dell'Altra Emilia Romagna - come succede a noi dell'Altra Emilia Romagna. Non ci meraviglia che i lavoratori e i cittadini emiliani siano scettici sull'efficacia del voto, e in particolare su quello al Pd, dopo lo scandalo delle spese pazze con 41 consiglieri indagati, dopo le dimissioni dello stesso Errani condannato a un anno di reclusione (pena sospesa) per falso ideologico a proposito dello scandalo Terremerse. Non ci meraviglia che si pensi di non andare a votare in una Regione sconvolta dal dissesto idrogeolico, resa insicura dai tagli alle spese sociali e dall'impennata di licenziamenti e chiusure, impaurita dalle grandi opere, dal potenzamento degli inceneritori e dalle trivellazioni che ci assicura lo Sblocca Italia.
E nemmeno ci meraviglia che l'opzione populista, quella grillina, inizi a perdere quota in maniera consistente nei sondaggi. L'unico voto utile è quello per una nuova sinistra che non sia la foglia di fico di questo sistema di potere, un voto per l'Altra Emilia Romagna."

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali a rischio astensionismo, Quintavalla: "Tutti a votare per bocciare le politiche del Pd"

BolognaToday è in caricamento