Martedì, 15 Giugno 2021
Elezioni Regionali Emilia-Romagna Via Aldo Moro

Elezioni: il nuovo presidente dell'Emilia Romagna è Stefano Bonaccini con il 49%

Stefano Bonaccini chiude con il 49% dei voti, il boom della Lega Nord porta Alan Fabbri al 29.85, seguito da Giulia Gibertoni che chiude con il 13.3%. Il 4% alla Quintavalla

Il nuovo presidente dell'Emilia Romagna eletto è Stefano Bonaccini (così ha commentato a caldo il voto), che vince le Regionali con il 49% dei voti. Il candidato del centrosinistra che lo scorso 28 settembre ha superato le elezioni primarie del Partito Democratico ha dovuto però fare i conti con un dato di astensionismo altissimo. Alan Fabbri, il sindaco di Bondeno sotto la bandiera del Carroccio, ha raggiunto il 29.85% (qui i commenti a caldo dell'esponente del Carroccio), seguito dal 13.3% della grillina Giulia Gibertoni, buon risultato de L'Altra Emilia-Romagna che con la candidatura di Cristina Quintavalla prende il 4%. Il candidato del Nuovo Centro Destra Alessandro Rondoni arriva al 2.66% mentre Maurizio Mazzanti prende l'1.12% con la lista Liberi Cittadini per l'Emilia Romagna.

COME HANNO VOTATO I BOLOGNESI: RISULTATI COMUNE PER COMUNE

LA CHIAMATA DI MATTEO RENZI A BONACCINI. Il premier Matteo Renzi ha chiamato Stefano Bonaccini per fargli i complimenti per la vittoria. A dirlo lo stesso candidato Pd quando arriva in via Aldo Moro per commentare il risultato delle elezioni a spoglio ancora in corso ma che gia' lo incorona nuovo governatore dell'Emilia-Romagna. "Matteo ha fatto i complimenti, ha detto di tenere duro e abbassare la testa, perche' c'e' tempo per dimostrare che potremo fare bene", riferisce Bonaccini. E aggiunge: "Su quello che ho fatto non ho rimproveri da farmi, ci ho messo la faccia in un momento particolarmente delicato per tutti noi. Adesso dobbiamo fare le cose giuste, cioe' un grande cambiamento".

Il risultato della Lega nord proietta il Carroccio "in maniera molto forte a livello nazionale". Lo dice Alan Fabbri: "Salvini e' molto contento", conferma Fabbri, che ha sentito il suo leader al telefono. E dal quale però ci tiene ad emanciparsi. "Io ho preso piu' voti delle liste a differenze di Bonaccini - sottolinea- vuol dire che il candidato e' contato molto anche sulle politiche delle liste rispetto al voto politico del Pd". Insomma, continua il sindaco di Bondeno, "prendere piu' del 20% nella maggior parte dei seggi dell'Emilia-Romagna e' un dato importante e ha un'importanza fondamentale anche per quello che riguarda il voto politico a livello nazionale". Un voto che "cambia gli equilibri a livello italiano", ma non solo nel centrodestra. "Si apre un fronte anche nel centrosinistra- sostiene Fabbri- perche' mette sotto i riflettori una poiitica che non ha entusiasmato".

RISULTATI PARTITI E COALIZIONE: provincia per provincia

Alle ore 23 di domenica 23 novembre 2014, giornata di elezioni in Emilia Romagna come in Calabria, i seggi per le Elezioni Regionali si sono chiusi, si poteva votare per sei candidati presidenti: Stefano Bonaccini, Alan Fabbri, Giulia Gibertoni, Maurizio Mazzanti, Cristina Quintavalla e Alessandro Rondoni. Il dato negativo è quello sull'astensionismo: i numeri hanno superato le previsioni più pessimistiche, come già intuibile dai dati di affluenza arrivati alle 12.00 di oggi e alle 19.00.

RISULTATI: TUTTI I CANDIDATI ELETTI

QUI I RISULTATI DEFINITIVI

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni: il nuovo presidente dell'Emilia Romagna è Stefano Bonaccini con il 49%

BolognaToday è in caricamento