rotate-mobile
Elezioni

Mazzetti si ricandida a Sasso: 'La campagna elettorale? In sella alla bici elettrica'

Dopo il successo della sua "Leopoldina" il sindaco in carica non smette di stare tra i cittadini: "Definiamo assieme i punti della campagna elettorale. Che sarà green"

Stefano Mazzetti, sindaco di Sasso Marconi, è pronto per la campagna elettorale che lo vede candidato per la seconda volta nel comune dell'Appennino bolognese. Le elezioni amministrative sono ormai alle porte (gli altri comuni della provincia di Bologna che vanno al voto) e dopo il successo della sua "Leopoldina" (una "Leopolda" renziana in piccolo) ecco una chiacchierata con Mazzetti per conoscerlo più da vicino e, soprattutto, per conoscere i progetti che ha per i sassesi da oggi al 2019.

VIDEOINTERVISTA A MAZZETTI

Ci racconta l'esperienza della "Leopoldina"?

Per Sasso è stata un'iniziativa innovativa, originale. A dire il vero lo è anche per Bologna. L'idea di chiamare cittadini, persone che vivono la città, persone che rappresentano le imprese (gli iscritti ai partiti erano una minoranza) e riunirsi in un unico luogo dividendosi fra 15 tavoli tematici è una mossa innovativa perchè si crea una sorta di "sistema" in cui nascono le idee e si discute tutti insieme su tante cose differenti. Nella giornata di sabato hanno partecipato a quella che abbiamo chiamato la "Leopoldina" (proprio per citare la Leopolda di Firenze) moltissimi cittadini e la domenica i coordinatori dei vari tavoli hanno fatto una sintesi di ciò che è emerso durante la prima giornata: bene tre ore di riunione solo per sintesi.

Quali sono stati i temi più discussi?

Il tema della crisi economica, quello dell'unione dei comuni, come migliorare la comunicazione...

Da quello che dicono pare che lei sia un sindaco che sta molto in mezzo alla gente...

Sì, questo da sempre. Anzi, dallo scorso settembre abbiamo organizzato anche "Il caffè con il sindaco" e l' "aperitivo con il sindaco": il primo lo facciamo qui nel mio ufficio il martedì, gli aperitivi invece sono ospitati da alcuni bar delle frazioni di Sasso Marconi, frazioni che non devono sentirsi trascurate e che quindi frequento spesso e con grande piacere.

Quali sono le domande e le richieste più frequenti che le fanno i cittadini?

Intanto preciso che questi incontri sono molto istruttivi. Molti cittadini mi sottopongono problematiche relative alla viabilità o alla manutenzione di opere pubbliche, in tanti casi mi parlano di problemi che vanno più sul personale, che cerchiamo poi di risolvere insieme.

Quali sono le cose che la rendono più orgoglioso del suo primo mandato?

In primis quella di essere riuscito a dare un'immagine reale alle politiche ambientali, dando un'impostazione culturale all'approccio con l'ambiente. Per citare alcuni esempi certamente "SprecoZero.net", la fontana con l'acqua del sindaco, la differenziata...Per quanto riguarda il sociale, una grande soddisfazione è quella della "Casa della Salute", la prima nella provincia di Bologna. Ne approfitto per annunciare che a breve compirà un anno e che la ricorrenza verrà celebrata. C'è poi anche la vicenda dell'Arcotronics, che è stata acquisita da una società americana la quale ha comunicato che manterrà la produzione (e quindi i dipendenti) a Sasso Marconi:  certo non dipende certo da noi, ma il Comune ha il merito di aver creato le condizioni affinchè questo avvenisse.

Novità per il polo scolastico?

Il polo scolastico va inserito nei motivi di orgoglio: progetto già avviato, siamo pronti a partire, ma vogliamo sentire chi la scuola la vive ogni giorno per lavorare al meglio. Sarebbe stato facile utilizzarlo per fare propaganda, ma andiamo per gradi. In sostanza si tratterà di un notevole investimento che vedrà recuperata un'area dismessa e inutilizzata.

E' pronto per la campagna elettorale? Come sarà? Qualche nota sul programma?

I punti del programma elettorale sono in progress, con la Leopoldina non si è esaurito il momento di confronto e pianificazione insieme ai cittadini, anzi, si può dire che da lì sia solo cominciato. Stiamo quindi valutando le priorità di Sasso insieme: ad aprile comincerà il tour elettorale e lo farò a bordo di una bicicletta elettrica.

A Bologna si parla molto di turismo, anche Sasso Marconi è orientato verso l'accoglienza turistica? Come?

Abbiamo un ufficio turistico, "Info Sasso" e ci siamo impegnati a diffondere la bellezza del territorio attraverso un concetto di turismo "slow" e facendo leva sull'escursionismo. Uno dei progetti più belli è "La via degli dei" (sentiero di origini etrusche utilizzato dai Romani) che parte da Piazza Maggiore e, attraverso l'Appennino, arriva in Piazza della Signoria a Firenze. Poi naturalmente abbiamo tutto il patrimonio culturale sulla figura di Guglielmo Marconi.

Cosa ci dice sui suoi competitor?

Gli altri candidati sono dei civici che provengono dal centro destra, uno dalla Lega Nord e l'altro dal PDL.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mazzetti si ricandida a Sasso: 'La campagna elettorale? In sella alla bici elettrica'

BolognaToday è in caricamento