Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Il sistema Grillo secondo Salsi: "Come il Grande Fratello. Fanno corsi per andare in tv"

A poche ore dall'espulsione "decisa dalla rete" dei 4 senatori grillini, parla Federica Salsi: "Pensavo che Casaleggio l'avrebbe interrotta, mossa controproducente in vista delle Europee"

La botola di Beppe Grillo si è spalancata ancora e questa volta i dissidenti "fatti fuori" sono senatori. Dopo il voto degli eletti, la rete ha dunque confermato l'espulsione dal M5S di Lorenzo Battista, Francesco Campanella, Luis Alberto Orellana e Fabrizio Bocchino. Abbiamo chiesto qualche commento a un'altra "espulsa" di Grillo, la bolognese Federica Salsi che sulle consultazioni e il voto in rete ha paragonato la strategia grillina a "Un Grande Fratello, un voto come X-Factor".

Cosa è successo al Movimento 5 Stelle nelle ultime 48 ore?

Sono rimasta allibita dai meccanismi con i quali hanno fatto di tutto per far fuori quei quattro senatori, che hanno sempre espresso a testa alta le loro opinioni e non hanno mai criticato tanto per criticare. Hanno lavorato sodo e hanno detto cose di buon senso, mentre i dubbi espressi si limitavano al metodo (critiche simili a quelle che facevo io) e non ai contenuti, quindi non è questione di coerenza. Come rimanere a guardare dopo il tweet sulla presidente Boldrini?

Un meccanismo anche per l'espulsione dei senatori?

Grillo e Casaleggio raccapriccianti: hanno messo in piedi un sistema per cui hanno cominciato a lavorare sui territori in modo da non passare per "cattivoni" (dopo le critiche post-Gambaro), ma facendo partire la protesta proprio da lì attraverso i "fedelissimi".

Un commento sull'incontro fra Renzi e Grillo?

Il comico che fa la sua recita. E' stata una pagliacciata e hanno perso gli italiani purtroppo. Grillo non voleva esserci, ma la rete ha deciso che l'incontro andava fatto, ma non chi ci sarebbe andato ne come. In ogni caso punti su cui lavorare insieme non significa "accordo".

Come vede una cosa del genere proprio in questo momento politico?

Non me lo aspettavo. Pensavo sarebbe accaduto qualcosa di diverso, ovvero che Casaleggio avrebbe fatto di tutto per interrompere l'assemblea, un'immagine assai controproducente in vista delle elezioni Europee. 

Rispetto a un anno fa, i grillini oggi sono più presenti nei salotti televisivi...che è successo?

Sì, è perchè hanno capito che la rete non basta. Ora sono stati addestrati ad andare in tv visto anche che ci avviciniamo alle Europee e c'è necessità di farsi conoscere. La differenza sta inoltre nel fatto che essendo in Parlamento, adesso a differenza di allora, rappresentano le Istituzioni e quindi devono farsi vedere. Aggiungo poi che Grillo & Casaleggio hanno dato da poco il via ai corsi per formare i loro seguaci a parlare in pubblico e gestire la visibilità mediatica. 

Come va con il Consiglio Comunale?

Fare il consigliere comunale è certamente più semplice che fare il parlamentare. E' comunque un lavoro più impegnativo se si è da soli come lo sono io. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sistema Grillo secondo Salsi: "Come il Grande Fratello. Fanno corsi per andare in tv"

BolognaToday è in caricamento