menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Suicidio del ragazzo gay, Grillini: "Politica italiana sorda e cieca. Una strage infinita"

A Roma un ragazzo si toglie la vita perchè omosessuale. Da Bologna le reazioni del presidente di Gaynet: "Non sappiamo cosa c'è scritto nella lettera d'addio e la prudenza è d'obbligo"

Da Roma la notizia dell'ennesimo suicidio da parte di un ragazzo perchè gay. "Ormai è una strage infinita, l'ennesimo suicidio di un omosessuale a Roma ci dice con chiarezza che nel nostro paese la vita per moltissimi omosessuali è difficilissima e che nell'impossibilità di viversi in serenità, soprattutto i giovanissimi, decidono di farla finita". Lo dice Franco Grillini, Presidente Gaynet da Bologna.

Anche Cathy La Torre, consgliera SEL commenta la tragedia: "Roma un altro ragazzo, il terzo, si toglie la vita perché gay.
Che un giovane muoia per lo stigma e la vergogna di essere omosessuale è una colpa collettiva. La cultura dominante ha ucciso ancora e la politica guarda sempre altrove!
"

"Non sappiamo cosa c'è scritto nella lettera d'addio e la prudenza è d'obbligo - continua Franco Grillini -. Ma quel poco che è trapelato ci consente di dire ancora una volta che in Italia la politica è sorda e cieca e non riesce a promuovere con rapidità e decisione quei cambiamenti legislativi che sono essenziali per imprimere una svolta alla vita di milioni di persone Lgbt. Di fronte a questa tragedia resta l'amaro in bocca anche a chi come noi si batte da decenni soprattutto per conquistare condizioni di vita in serenità e benessere per gay, lesbiche e transessuali".

"A volte siamo presi da un senso di impotenza e di sconforto di fronte a un Parlamento e a una politica che si comporta come un muro di gomma e sembra impermeabile al grido di dolore di milioni di persone. C'è un fascismo strisciante e rabbioso che è molto di più e di peggio della semplice omofobia. Lo abbiamo visto in questi mesi con le decine di manifestazioni del fanatismo assassino che rivendica il suo diritto di dire che gli omosessuali sono 'malati e gravemente depravati'. Oggi piangiamo il ragazzo di Roma nella vana speranza che sia l'ultimo mentre la politica si dimentica del mondo e delle sue tragedie''.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

L'Oroscopo di marzo segno per segno: ecco cosa prevedono gli astri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento