rotate-mobile
Politica Casalfiumanese

Referendum fusione Comuni: urne aperte a Casalfiumanese, Borgo Tossignano e Fontanelice

Al via il voto per il Referendum consultivo su sei progetti di fusione in Regione.  Sono coinvolti più di 60mila elettori

Al via il voto per il Referendum consultivo su sei progetti di fusione. Urne aperte oggi in 16 Comuni dell'Emilia-Romagna. Sono coinvolti più di 60 mila elettori che avranno tempo dalle ore 7 alle 23 di oggi per esprimersi per il sì o per il no alla fusione del loro Comune.

A Bologna si vota nella valle del Santerno: a Casalfiumanese, che diventerebbe capoluogo, a Borgo Tossignano e Fontanelice. Si sfila dal Comune unico Castel del Rio. 
Agli elettori saranno sottoposti due quesiti: uno relativo all’istituzione del nuovo Comune unico mediante fusione di quelli preesistenti e l’altro per scegliere il nome del nuovo Ente tra una rosa di nomi individuati dalle amministrazioni comunali.
Gli elettori del territorio bolognese potranno optare tra il nome "Santerno", "Valsanterno", "Terre del Santerno" e "Borghi del Santerno".

Nel resto della Regione, si voro anche in provincia di Rimini. In romagna i Comuni interessati alla consultazione sono Mondaino, Montegridolfo e Saludecio, mentre a Ferrara il progetto di fusione è fra Mirabello e Sant'Agostino. Unione a tre anche nel Reggiano, dove il referendum riguarderà i cittadini di Campegine, Gattatico e Sant'Ilario d'Enza.
Due, invece, i progetti di fusione nel Piacentino: il primo riguarda i Comuni di Bettola, Farini e Ferriere, l'altra Ponte dell'Olio e Vigolzone.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum fusione Comuni: urne aperte a Casalfiumanese, Borgo Tossignano e Fontanelice

BolognaToday è in caricamento