G7 Ambiente, c'è Galletti al Lumiére: tensione Centri Sociali-Polizia

Una trentina di membri dei collettivi della piattaforma alternativa G7M prova a entrare nell'aula dove il ministro era presente per una inaugurazione. Volano manganellate, ma alla fine una delegazione è stata fatta entrare

Prime tensioni tra centri sociali e Polizia, in occasione delle annunciate proteste contro il G7Ambiente da parte della galassia della sinistra antagonista. Nella serata di ieri si sono verificati alcuni tafferugli in via Azzo Gardino, nei pressi della Cineteca, dov'era in programma l'inaugurazione di una rassegna cinematografica con la partecipazione annunciata del ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti. "Ecco l'idea di G7 aperto e inclusivo del Ministro dell'Ambiente Galletti! Ci vediamo domenica alla manifestazione per l'Ambiente contro il G7" annunciano e rilanciano gli attivisti e le attiviste del controvertice G7M.

play g7 labas-2

Anche il centro sociale Tpo, sempre su Facebook, pubblica un post sull'accaduto: "Abbiamo provato a partecipare anche noi al dibattito col ministro Galletti ma abbiamo trovato la strada sbarrata dalla polizia, che alla nostra richiesta di passare ci ha caricato. Adesso (ieri, ndr) una delegazione è riuscita ad entrare per rilanciare una settimana ricca di appuntamenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento