Politica

Il PD ritira l'invito di Bignami per la Festa dell'Unità: "Hanno fatto tutto loro. Ci ero già andato nel 2018"

"E' scoppiata una bufera interna più a loro e hanno ritirato l'invito. Non sto a valutare se abbiano fatto bene o male. Credo però che sia un'occasione persa per un confronto, quello sulle riforme, dove necessariamente bisogna ascoltare tutte le voci"

"Accolgo la notizia con composto dolore" scrive con il sorriso Galeazzo Bignami (il tono lo si capisce dall'emoticon che accompagna il messaggio), prima invitato alla Festa dell'Unità di Bologna per partecipare al dibattito “Curare e rafforzare la democrazia” e poi escluso a causa delle molte polemiche nate da questa richiesta di partecipazione (il candidato Mattia Santori fra gli altri aveva commentato che non avrebbe preso lezioni di democrazia dal parlamentare di Fdi). 

Sul tema Bignami è intervenuto anche ai microfoni dell'emittente Étv. "Hanno fatto tutto loro, senza voler mancare di rispetto nei confronti di quell'evento - afferma il parlamentare bolognese - perché loro hanno chiesto a Fdi un nome di partecipante per un dibattito importante sulle riforme ed era stato individuato il mio, così com'era già avvenuto in passato", visto che "nel 2018 ero andato alla Festa nazionale dell'Unità, senza che nessuno sollevasse polemiche".

E anche per la Festa di quest'anno i dem "hanno recepito il nome da Fdi, lo hanno accolto e lo hanno iscritto nel programma", continua Bignami. Ma poi "è scoppiata una bufera interna più a loro e hanno ritirato l'invito. Non sto a valutare se abbiano fatto bene o male, la gente si può fare liberamente un'opinione. Credo però che sia un'occasione persa per un confronto, quello sulle riforme, dove necessariamente bisogna ascoltare tutte le voci".

Per quanto riguarda il fulcro delle proteste di questi giorni, ovvero la vecchia foto di Bignami con abiti nazisti, il parlamentare rimarca che "parliamo di vicende risalenti a oltre tre lustri addietro. Io pretese di andare alla Festa dell'Unità, con tutta franchezza, non ne avevo". Ieri sera, intanto, il caso Bignami è stato citato anche durante l'iniziativa di inaugurazione della kermesse bolognese. "Ribadiamo che qui non è benvenuto chi considera il nazifascismo una goliardata: qui Bignami non è il benvenuto", ha affermato dal palco la responsabile nazionale delle Feste dell'Unità, Maria Pia Pizzolante, raccogliendo l'applauso della platea dem. 

(Dire) 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il PD ritira l'invito di Bignami per la Festa dell'Unità: "Hanno fatto tutto loro. Ci ero già andato nel 2018"

BolognaToday è in caricamento