Venerdì, 25 Giugno 2021
Politica

Galeazzo Bignami lancia la raccolta firme per dire stop a 'mare nostrum', subito

'L'UE afferma di essere pronta a sostenere parte del problema immigrazione, senza dare garanzie su tempi, modi e strumenti con cui si dovrebbe affrontare questa emergenza'

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

In 8 mesi sono arrivati in Italia oltre 80.000 clandestini accolti nel nostro Paese con costi sociali enormi, nell'indifferenza dell'Europa che, semplicemente, non vuole questa gente.
Oggi, dopo una situazione al collasso, l'UE afferma di essere pronta a sostenere parte del problema immigrazione, senza dare garanzie su tempi, modi e strumenti con cui si dovrebbe affrontare questa emergenza.
18 stati su 28 hanno già detto che non accoglieranno i "profughi" e la UE "spera" che l'operazione possa partire entro fine anno e i contributi della UE sono stati tagliati.

QUALI GARANZIE? NESSUNA

L'unica cosa certa e che nel frattempo l'operazione Mare Nostrum prosegue, come proseguono gli sbarchi e l'accoglienza indiscriminata di queste persone che arrivano in Italia senza controlli sanitari, personali, né di altro tipo.

Per questo è essenziale che si sospenda immediatamente l'operazione Mare Nostrum e che si proceda o al rimpatrio o alla ripartizione tra gli Stati membri della UE dei clandestini sino ad oggi giunti nei nostri confini.
L'Italia ha già fatto fin troppo. Ora intervengano altri. E SUBITO.

FIRMA PER DIRE STOP A MARE NOSTRUM.

Il costo sociale che stiamo affrontando è insostenibile con le condizioni della nostra economia: oltre 200 milioni di euro spesi per l'operazione Mare Nostrum, senza contare i costi sostenuti, assegnando 30 euro al giorno per immigrato mentre i nostri pensionati non arrivano a 400 euro al mese e i nostri giovani sono senza lavoro.

L'unica soluzione è aiutare queste persone a casa loro, senza creare l'illusione che l'Italia e l'Europa siano il Bengodi.
FIRMA LA PETIZIONE CHE TROVI SUL MIO SITO
WWW.GALEAZZOBIGNAMI.IT
PER DIRE STOP A MARE NOSTRUM.
INSIEME POSSIAMO FERMARE QUESTA INVASIONE!
UNA VOLTA SOTTOSCRITTA E FATTA SOTTOSCRIVERE INVIA LA PETIZIONE:
via mail: SCRIVI@GALEAZZOBIGNAMI.IT
via fax: 051273332
via posta: GALEAZZO BIGNAMI, GRUPPO PDL/FI VIALE ALDO MORO 50 - 40127 BOLOGNA
OPPURE VIENI A FIRMARE IN UNO DEI NOSTRI BANCHETTI:

    sabato 30 a Castiglione dei Pepoli, via Toscana 2 davanti sede Confartigianato dalle 16.30 alle 19.30
    martedì 2 a Bologna al Mercato delle Erbe di via Ugo Bassi a Bologna dalle 10 alle 12.30
    mercoledì 3 a Porretta dalle 9.30 alle 12.30 in Piazza Vittorio Veneto davanti Bar GAZEBO
    angolo via Garibaldi via del Mercato dalle 10 alle 12.30
    venerdì 5 a Pieve di Cento dalle 10 alle 12.30 in Piazza Andrea Costa
    sabato 6 a Bazzano dalle 10 alle 12.30 Piazza Garibaldi lato Bar
    sabato 6 a Bologna in via D'Azeglio angolo via Farini dalle 16.00 alle 19.00
    domenica 7 a Medicina dalle 10 alle 12.30 in Piazza Garibaldi
    lunedì 8 a Castel San Pietro dalle 10 alle 12.30 in Piazza XX Settembre
    martedì 9 a Sasso Marconi dalle 10 alle 12.30 Via Porrettana angolo via dello Sport
    mercoledì 10 a San Giovanni in Persiceto in Piazza del Popolo dalle 10 alle 12.30
    giovedì 11 a Imola dalle 10 alle 12.30 in v. Emilia 115 angolo v. XX Settembre (GAZEBO)

Galeazzo Bignami

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Galeazzo Bignami lancia la raccolta firme per dire stop a 'mare nostrum', subito

BolognaToday è in caricamento