Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La nuova squadra di Bonaccini: "È una giunta sacchiana, giocherà in attacco" | VIDEO

Lavoro e Clima le due priorità. Innovazione e presenza nei territori l'impronta del Bonaccini bis

 

"Squadra che vince non si cambia, io invece ho cambiato quasi tutti. Le non riconferme arrivano per vari motivi ma ci tengo a ringraziare tutti per il lavoro svolto che ha portato a un buon governo della Regione". Così il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, in conferenza stampa per la presentazione della nuova giunta di viale Aldo Moro.

I nomi e le deleghe dei neo assessori

Otto nuovi assessori su dieci, sei uomini e quattro donne. Riconfermati soltanto Raffaele Donini, ma passa dai Trasporti alla Sanità, e Andrea Corsini, riconfermato al Turismo e con deleghe a Trasporti e Infrastrutture. Tra le new entry, anche l'assessora del Comune di Bologna Irene Priolo

Alla Giunta si aggiunge poi Gianmaria Manghi, sottosegretario nel mandato scorso, che rientra come capo di gabinetto. Per se stesso, Bonaccini ha deciso di tenere invece le deleghe alla programmazione dei fondi europei, per coordinare il lavoro in vista del nuovo settennato di pianificazione, a sicurezza e legalità, all'autonomia e allo sport.

Lavoro e Clima

Due le priorità della nuova squadra: il patto per il lavoro e il clima: "Nelle prime cose da fare, entro l'estate, ma non a luglio, molto prima, dovremo firmare un nuovo patto per il lavoro e la legalità unito a un patto per clima. Convocheremo le parti sociali il prima possibile – assicura Bonaccini –, vogliamo che la regione torni alla piena e buona occupazione. Ma alla fine dell'anno cresceremo dello 0,5%: saremo primi in Italia, ma negli anni scorsi crescevamo di più. Sulle infrastrutture avremo quattro miliardi di investimenti certi. La ruota dell'economia è pronta a ripartire".

Giunta Sacchiana: tutta in attacco e pressing

Un'età media sotto i 50 anni, con carattere 'sacchiano', in riferimento all'ex-allenatore di calcio Arrigo Sacchi, con sensibilità politica e competenza territoriale.  "Sarà una Giunta 'sacchiana', tutta in attacco e in pressing. Con Sacchi sono amico da tempo – aggiunge Bonaccini – e so bene per chi ha votato, nonostante quello che è stato scritto. Del gioco di Sacchi, poi, si diceva fosse molto bello: vorrei si vedesse un bel governo".

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento