Venerdì, 6 Agosto 2021
Politica

5 Stelle Bologna nel mirino degli hacker: rese note mail private del periodo delle espulsioni

Il forum dei 5 Stelle bolognesi manomesso dai pirati informatici: rese pubbliche le mail che risalgono al periodo dell'espulsione di Giovanni Favia e di Federica Salsi. Denuncia alla Polizia Postale

Hackerato l'interno meetup 5 Stelle bolognese: mail private tra esponenti di punta del Movimento di Bologna, compreso il capogruppo in Comune Massimo Bugani, sono state pubblicate anche sui sociale network. 

I militanti bolognesi in mattinata hanno denunciato l'accaduto alla polizia postale. Le mail risalgono al periodo dello scorso autunno che sfociò nell'espulsione del consigliere regionale Giovanni Favia e della consigliera comunale Federica Salsi. Si tratterebbe di una violazione della casella privata di una delle partecipanti allo scambio di mail, la consigliera di quartiere Serena Saetti: cancellando le priorità agli amministratori del sito, sono state pubblicati i testi delle mail. Dopo un paio d'ore sono stati cancellati, ma girano sul web e via Facebook ormai da ieri sera.

ESPULSI E OFFESE. Una delle prime a postarli la stessa Salsi, sotto il titolo "M5S di Bologna mostra la sua vera natura". Dalle mail, oltre ad alcune offese verso i due espulsi, pare emergere la strategia che ha portato i vertici bolognesi a metterli da parte e viene rievocata la semestrale nella quale vennero aggrediti verbalmente i giornalisti. Inoltre un consigliere di quartiere, Pasquale Rinaldi (che si dimise in polemica con il clima nel Movimento) racconta di come venne trascinato via a forza da 'Nik il Nero', marito della Saetti e da pochi giorni collaboratore dei 'grillini' a Roma. Una testimonianza comunque già emersa nei giorni scorsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

5 Stelle Bologna nel mirino degli hacker: rese note mail private del periodo delle espulsioni

BolognaToday è in caricamento