menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Imola, da domani controlli davanti alle scuole: "Polizia e volontari, il contagio è cresciuto fra i più giovani"

Il sindaco di Imola Marco Panieri ha annunciato il via delle misure che partono domani: "Non vogliamo vanificare gli sforzi che tutti abbiamo fatto fino ad ora"

“Da domani lunedì 15 febbraio intensificheremo i controlli davanti alle scuole per evitare gli assembramenti e tutti i comportamenti non corretti che possono favorire il contagio” fa sapere il sindaco di Imola Marco Panieri. L’aumento del contagio nelle fasce d’età più giovani registrato dall’Ausl di Imola preoccupa il primo cittadino.

“Per questo abbiamo deciso, come Amministrazione comunale, di avviare uno specifico servizio di controllo, grazie ai volontari di Anteas, Avod e Cai, che sono fra le associazioni che da inizio pandemia sono attive all’interno del Centro Operativo Comunale (COC) di Imola. Questo servizio, nato in accordo con il vice sindaco Castellari, che ha la delega alla Scuola, si va ad aggiungere  alla presenza in altre scuole della Polizia Locale, intensificata dall’avvio della seconda ondata di pandemia” spiega Marco Panieri.

"Non vogliamo vanificare gli sforzi fatti da tutti"

“Non vogliamo vanificare gli sforzi fin qui fatti da tutti, a cominciare dal mondo della scuola, per garantire le lezioni in presenza il più possibile in sicurezza. Registriamo risultati molto favorevoli nelle residenze per anziani, con la Cra Venturini che da ieri è Covid free; inoltre il prosieguo delle vaccinazioni ci dà segnali di speranza, ma non possiamo assolutamente abbassare la guardia adesso e ritrovarci che proprio fra i giovani circoli maggiormente il virus. Dobbiamo continuare a fare ciascuno la propria parte e sono sicuro che gli studenti sapranno dimostrare tutta la loro maturità anche in questo caso” sottolinea il sindaco Panieri. 

Polizia Locale e volontari insieme davanti ai plessi scolastici

I volontari in campo, in aggiunta alla Polizia Locale – Da lunedì 15 febbraio, in totale una quindicina di volontari di Anteas, Avod e Cai si distribuiranno, un paio per scuola, davanti a ciascuno dei seguenti plessi scolastici, nelle fasi che precedono l’entrata degli studenti: in via Guicciardini, davanti alla scuola secondaria di primo grado ‘Valsalva’, al liceo scientifico Valeriani ed all’istituto superiore ‘Paolini-Cassiano’; in viale Dante, davanti all’ingresso dell’Istituto professionale Alberghetti; in via Ariosto, davanti all’istituto professionale ‘Cassiano da Imola’; in via Manfredi, davanti all’ingresso dell’Istituto superiore ‘Alessandro da Imola’ e in via Cavour, davanti alla scuola secondaria di primo grado ‘Innocenzo da Imola’; infine in via Pio IX, davanti all’ingresso della scuola secondaria di primo grado ‘Andrea Costa’ e all’ingresso pedonale dell’istituto superiore Itis Alberghetti. A questi interventi da parte delle associazioni di volontariato, c’è da aggiungere quello che svolge durante tutto l’anno scolastico l’Associazione C.B. Imolese, all’ingresso della scuola primaria Cappuccini.
Questa presenza di volontari si aggiunge a quella svolta dalla Polizia locale. Come spiega il comandante Daniele Brighi, “la Polizia Locale del Nuovo Circondario Imolese, dall’inizio della seconda ondata pandemica, ha ripreso l’intensificazione dei controlli in prossimità dei plessi scolastici, con particolare riguardo ai comportamenti legati alla prevenzione della diffusione dei virus COVID-19”.

Oltre ai normali servizi di viabilità che la Polizia Locale assicura quotidianamente davanti alla scuola primaria ‘Bianca Bizzi’, in Pedagna la mattina, alla scuola primaria ‘Marconi’, sia mattina sia all’uscita a mezzogiorno ed al plesso ‘Sante Zennaro’, sia all’ingresso la mattina sia all’uscita al pomeriggio, le pattuglie in servizio ordinario effettuano un costante monitoraggio degli ingressi nei vari plessi scolastici, controllando il corretto utilizzo delle mascherine ed il distanziamento previsto dalle norme vigenti. “In alcuni casi, si è reso necessario intervenire con delle raccomandazioni dirette ai ragazzi, soprattutto nelle fasce d’età adolescenziali, al fine di assicurare il rispetto del distanziamento sociale, soprattutto nelle fasi che precedono l’ingresso nei plessi scolastici, quando i giovani si avvicinano ai varchi d’entrata, riducendo sensibilmente la distanza interpersonale” racconta il comandante Daniele Brighi.

Grazie all’attenzione ed alla sensibilità manifestata dalla maggior parte degli studenti, la Polizia Locale non ha rilevato comportamenti tali da comportare sanzioni che prevedono, in caso di assembramento, 400,00 euro per ognuno dei presenti.
“Ringrazio fin da ora i volontari e la Polizia locale per il loro impegno nel contrasto alla diffusione della pandemia ed i ragazzi e le ragazze che sono certo saranno sensibili  nel continuare a rispettare le misure anticontagio” aggiunge il primo cittadino.

Controlli anche sui pubblici esercizi 

Infine, il sindaco Panieri conferma: “c’è la massima attenzione del Comune nel far rispettare tutte le normative anche da parte dei pubblici esercizi e delle attività economiche, sia in centro sia negli altri quartieri e nelle frazioni. Da mesi la Polizia locale è impegnata a monitorare la situazione, in pieno raccordo con le forze dell’ordine e continuerà a farlo, con la presenza costante sul territorio, finché non saremo usciti da questa pandemia ”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento