menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“A Imola non c'è posto per i disabili": la Lega attacca a due giorni dal ballottaggio

A sollevare la questione di Piazza Romagna il segretario cittadino del Carroccio Marco Casalini, che se la prende con il Comune: "Non ha ancora erogato i fondi necessari per realizzare i parcheggi riservati ai disabili"

Clima da ballottaggio a Imola, dove domenica si torna a votare (la sfida Sangiorgi-Cappello). E la temperatura la fa salire ulteriormente il segretario cittadino del Carroccio Marco Casalini, che solleva il problema del parcheggio per i disabili: “Piazza Romagna off limits per i diversamente abili che non hanno spazi riservati per parcheggiare. Forse il Comune non ha soldi da spendere per loro? Come si spiega che i lavori di Area Blu sono fermi da un anno?”. 

"Fondi ancora non erogati, lotta burocratica per i parcheggi"

Il segretario della Lega Nord Casalini spiega: “A quanto risulta da voci striscianti lungo i corridoi del municipio sembrerebbe che Area Blu, società pubblica che, tra le altre attività, gestisce i parcheggi cittadini, non stia procedendo coi lavori di realizzazione degli spazi riservati per carenza di fondi. In altre parole, il Comune non le ha ancora erogato i fondi necessari per realizzare i parcheggi riservati ai disabili. Il risultato è che alcune persone con forte disabilità da oltre un anno combattono tra burocrazia e i più svariati uffici per riuscire a farsi realizzare un parcheggio dedicato in piazza Romagna”.

“Una piazza nella quale mancano spazi per disabili e dove la forte densità di abitanti rende difficoltoso, per le persone affette da disabilità, il parcheggio nei pressi delle proprie abitazioni. Ci sembra inverosimile che per fare due righe gialle e piantare un palo con la segnaletica si debbano aspettare così tanti mesi” – sbotta il segretario del Carroccio.

“Inverosimili e confuse le risposte che alcuni portatori di handicap si sono sentiti dare da diversi esponenti della politica locale: si va da “Area Blu non muoverà un dito fintantoché il Comune non le verserà i fondi promessi per l'opera” sino a “occorrerà aspettare l'esito del ballottaggio, dopodiché, se vincerà un determinato partito, il parcheggio sarà fatto in due mesi”. Assurdo. Sono sempre più basito dalle politiche del territorio e dalle logiche (illogiche) dell’amministrazione: chiediamo che si usi il buonsenso per risolvere quanto prima il problema. Anzi, se serve un barattolo di vernice ve lo compriamo noi!” provoca Casalini. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento