rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Politica

IMU, Merola: 'Le modifiche sono un'altra presa in giro'

"Togliere l'IMU sulle case popolari riducendo i trasferimenti statali ai Comuni è presa in giro", sbotta il sindaco, avvisando che far pagare l'acconto IMU solo sulle aliquote base comporterà problemi alla città felsinea

"L’IMU  è una imposta statale, quella che resta ai Comuni serve a coprire con ulteriori tasse i tagli decisi dalla Stato. Questo è il vizio di origine  che sta creando confusione e toglie ai Comuni l’autonomia prevista dall’art 119 della Costituzione. Togliere  l’IMU sulle case popolari riducendo i trasferimenti statali ai Comuni è una ulteriore presa in giro". Così sbotta il sindaco di Bologna Virginio Merola parlando delle modifiche intorno alla regolamentazione della nuova imposta che sostituisce la vecchia Ici.

Per il primo cittadino felsineo la soluzione consona sarebbe quella di trovare una copertura finanziaria diversa per "riparare pienamente ad una ingiustizia. Inoltre - aggiunge Merola - fare pagare l’acconto IMU solo sulle aliquote base comporterà anche per il Comune di Bologna problemi di liquidità a cui il Governo dovrà fare fronte." 

Il Comune di Bologna sarà impegnato, assieme agli altri Sindaci, a chiedere il rispetto pieno degli impegni presi e ricomincerà l’iter per il bilancio quando il provvedimento sarà legge, per approvarlo entro giugno. Così chiosa il sindaco promettendo: "Useremo questo periodo per difendere al meglio l’autonomia dei Comuni e soprattutto i cittadini  bolognesi  da  aumenti  di  tasse  ingiusti  e recessivi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

IMU, Merola: 'Le modifiche sono un'altra presa in giro'

BolognaToday è in caricamento