Martedì, 16 Luglio 2024
Politica

“Certificheremo il fenomeno delle liste civiche a livello nazionale”

Così 'Italia civica': al via serie di incontri

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

"Anche in occasioni delle ultime consultazioni elettorali, il consenso dei cittadini, ha premiato in maniera significativa le cosiddette "liste civiche", quale espressione alternativa al sistema dei partiti, sempre meno riferimento del comune sentire, e sempre più autoreferenziali.

Le liste civiche si affermano come le espressioni più genuine e significative della società civile, in un momento di forte crisi di identità e capacità rappresentativa dei partiti politici tradizionali. Anche in termini di consistenza, il peso del civismo sta sempre più aumentando, al punto da imporsi all'attenzione di tutte le compagini politiche e della mediaticità nazionale.
Ovviamente, non ritrovandosi in un unico "cartello o simbolo elettorale", e non usufruendo della visibilità garantita da leader carismatici di caratura nazionale, il civismo non gode appieno della importante risonanza mediatica. In sintesi, questa espressione rappresenta un fenomeno non pienamente riconosciuto, ma in realtà, sempre più presente, anche in maniera consistente, all'interno delle istituzioni locali, nelle associazioni e in variegati movimenti di cittadini a livello nazionale."
Per dare corpo e visibilità al mondo del civismo e all'idea di partecipazione attiva, peraltro ormai significativamente diffuso su tutto il territorio nazionale, Alessio Berni, (referente per il Centro Italia), Giangiacomo Congiu (referente per il Nord Italia), Enzo Maiorana (referente per il Sud Italia), hanno promosso e dato vita ad Italia Civica, per creare un riferimento di analisi strategica del tessuto politico, rappresentato da tutte le "liste civiche" riconosciute dai cittadini quali vere e concrete espressioni delle persone, della gente che lavora per il bene comune e per la tutela della municipalità.
Sin dalle prime analisi, condotte in collaborazione con dipartimenti universitari di scienze politiche e sociologia, emergono con chiarezza i tratti di un fenomeno ampio ed articolato, significativamente diffuso su tutto il territorio nazionale.
Italia Civica sarà pertanto il Think Tank del civismo italiano, finalizzato all'analisi e valutazione della sua consistenza, e per dare evidenza al cittadino, nella sua dimensione umana e sociale. Una espressione rappresentativa, anche dal punto di vista elettorale, che se opportunamente catalizzata potrà generare cifre significative che definiranno una diversa articolazione del quadro politico nazionale.
Convegni, ricerche, pubblicazioni di testi, nonché azioni congiunte, a diffusione nazionale, saranno la base dell'attivismo di Italia Civica, che in qualità di osservatorio e punto di sintesi, si propone di certificare quelle liste che oggettivamente rispondano a requisiti di civismo reale, facendosi carico di sviscerare e valorizzare tale fenomeno."
In questa direzione, sono state già programmate due prime iniziative di presentazione di Italia Civica: la prima al Castello di Bazzano nei pressi di Bologna per sabato 12 maggio e la seconda al SMS San Salvi di Firenze il 26 di maggio.
Parte dalla Rocca di Bazzano, nei pressi di Bologna, la “Carovana Civica”: una serie di incontri, promossi da “Italia Civica” , necessari a sensibilizzare e fotografare il fenomeno del civismo italiano, quale nuova espressione di quella politica che nasce fuori dagli schemi ideologici.
Saranno infatti le liste civiche distanti dai partiti della provincia emiliana a partecipare all’incontro, dove sarà analizzato il reale peso politico del civismo locale.
All’incontro prenderà parte anche l’Associazione Nazionale dei Piccoli Comuni, che metterà in evidenza la significativa presenza, di queste realtà civiche, soprattutto nei piccoli comuni italiani (sono oltre 5000 i comuni che hanno residenti sotto i 5000 abitanti) che rappresentano oltre il 30% della popolazione nazionale.
Coordinatore della prima tappa della Carovana Civica sarà Giangiacomo Congiu, già coordinatore di varie liste civiche e associazioni di cittadini del comprensorio emiliano, che grazie alla collaborazione attiva della rappresentanza istituzionale della lista Nuova Bazzano è riuscito a coinvolgere le varie realtà locali.

Appuntamento quindi alle ore 10.00 alla Rocca di Bazzano per questo primo avvio di percorso, che vedrà anche la presentazione del libro scritto a più mani dove si evidenzia proprio le peculiarità dell’importanza municipale e il ruolo dei cittadini, dal titolo “l’italia dei Comuni…sogni aspettative e proposte dei Comuni Cittadini”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Certificheremo il fenomeno delle liste civiche a livello nazionale”
BolognaToday è in caricamento