rotate-mobile
Politica

Ius Soli, la proposta della maggioranza fa arrabbiare la Lega. Pronta protesta per dire 'No'

Appuntamento in piazza Maggiore domani alle 10:30. Battistini a Lepore: "Meglio un bonus per le famiglie e per la natalità"

Fa discutere la proposta di un ordine del giorno in consiglio comunale sullo 'Ius Soli' per conferire la cittadinanza onoraria ai bambini stranieri. "Su questo argomento terrò una conferenza stampa insieme ai gruppi consiliari, c'è una proposta che è nel programma elettorale di mandato. E quindi la porteremo avanti, e la presenteremo nei prossimi giorni".

Questa la risposta del sindaco Matteo Lepore dopo lo scatto di questi giorni che ha già fatto arrabbiare la Lega, che per domani ha lanciato un flashmob in piazza Maggiore.

"Il flashmob annunciato dalla Lega domani a Palazzo d'Accursio? Chiedo ai gruppi di ascoltare la nostra proposta e poi di valutarla", aggiunge il sindaco interpellato oggi a margine di una conferenza stampa.

No Ius Soli, Flashmob a Bologna

"No allo Ius soli, una manovra utile solo a distrarre l'opinione pubblica con provvedimenti ideologici e privi di alcun valore sostanziale. Ribadiamo la nostra ferma contrarietà all'ordine del giorno della maggioranza".

Così i consiglieri comunali della Lega Francesca Scarano, Giulio Venturi e Matteo Di Benedetto annunciando un flash mob per domani alle 10.30 davanti a Palazzo D'Accursio, come riporta l'agenzia Dire. "Lo Ius soli non è materia di competenza comunale e pertanto questa manovra si pone come una pura battaglia ideologica di cui i cittadini non hanno bisogno. Lepore, attraverso misure strumentali, cerca di distogliere l'attenzione dalle vere priorità della città: sicurezza, mobilità e caro bollette. Mentre si parla di Ius soli ci sono famiglie che non arrivano a fine mese e imprese che rischiano di fallire. Per non parlare dei parcheggi e della viabilità: Bologna è bloccata e la situazione è destinata solo a peggiorare", affermano i leghisti.

Dunque, "Lepore si occupi dei problemi di Bologna: le bandierine ideologiche non servono ai cittadini", concludono Scarano, Venturi e Di Benedetto. "A furia di proporre gesti solo simbolici, il sindaco Lepore sta perdendo di vista la realtà. A Bologna ed ai bolognesi servono risposte concrete e anche in fretta. Che senso ha ingaggiare una specie di battaglia di facciata sulla cittadinanza e sullo jus soli quando siamo nel pieno della tempesta di una crisi economica e sociale gravissima?", domanda a sua volta Fabio Battistini, di Bologna ci piace. "Invece di illudere i cittadini mettendo mano su materie di competenza nazionale solo per avere luce in quella ribalta, Lepore si metta a testa bassa a lavorare sui problemi dei suoi concittadini e faccia azioni di sostanza".

Battistini propone a Lepore "di fare un bonus (vero e concreto) che aiuti le famiglie bolognesi e sostenga la natalità. Questa è competenza diretta del Comune e non c'è nulla di simbolico nell'aiutare chi ha bisogno per gli asili, o quelle giovani coppie che cercano lavoro e casa e non possono programmare un futuro fatto di figli e stabilità". Meglio questo, insiste che, "l'ideologia e atteggiamenti subdoli" solo per "incassare voti e tasse", conclude Battistini. (Foto archivio, manifestazione per la legge sullo Ius Soli)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ius Soli, la proposta della maggioranza fa arrabbiare la Lega. Pronta protesta per dire 'No'

BolognaToday è in caricamento