Politica

Laura Boldrini applaudita il 2 agosto: "Dopo 33 anni ci mancano i mandanti"

Calore, affetto e grandi applausi per la Presidente Boldrini: dopo molti anni la "politica" non è stata contestata nel piazzale della stazione

LAURA BOLDRINI CONQUISTA LA PIAZZA. "Ero molto preoccupata perché io rappresento le istituzioni, so che molti di voi le percepiscono come controparte inadempiente. So cosa pensate, come potrei darvi torto?" E' la confessione di Laura Boldrini al pubblico in piazza per la commemorazione della strage di Bologna. Boldrini non ha parlato dei fischi che hanno colpito in passato rappresentanti delle istituzioni, ma era chiaro il riferimento. "Per me è stato un onore aver ricevuto il vostro invito. Voi mi avete invitato, ed è cosa diversa dal 'dover andare'. Sono orgogliosa di essere qui - ha quasi gridato la presidente al culmine del discorso - non ho più paura di questo palco, non ho più paura di questa piazza'' (GUARDA IL VIDEO).

Oggi, ''ancora noi questa giustizia completa non la abbiamo: e allora come si fa ad innamorarsi delle istituzioni? Come? Bisogna pretendere chiarezza completa, giustizia e trasparenza''. È quanto ha scandito dal palco, in occasione del 33/o anniversario della strage di Bologna, la presidente della Camera, Laura Boldrini. All'inizio del suo intervento Boldrini si è detta ''molto commossa'' di essere a Bologna, venendo lungamente applaudita dai tanti cittadini arrivati nella piazza antistante la stazione felsinea.

BolognaToday - cronaca e notizie da Bologna
"Quella mattina ero a Bologna da universitaria marchigiana per cercare casa"
...ici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BolognaToday/163655073691021 A 33 anni di distanza dalla strage alla stazione di Bologna ''sembra incredibile: dopo tanti anni chiediamo la cosa più semplice e non abbiamo ancora una risposta: abbiamo gli esecutori ma mancano i mandanti, i burattinai, gli strateghi, che hanno pianificato la carneficina... Possiamo pensare che questo Paese sia pacificato se ancora oggi vi sono uomini delle istituzioni che offendono deridono una donna nera che fa bene il suo mestiere di ministro?''. Così l'accorato interrogativo lanciato. La Presidente della Camera è stat piu volte interrotta dagli applausi: "L'intolleranza genera mostri e a questi mostri dobbiamo sempre sapere opporre il senso alto della nostra civiltà - ha aggiunto il presidente della Camera - rifiutando le provocazioni, non cadendo nella trappola dell'odio. Il paese ha bisogno di più coesione non di più odio''. In tanti hanno voluto al termine del discorso avvicinare Boldrini che é stata più volte applaudita con affetto e calorosamente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laura Boldrini applaudita il 2 agosto: "Dopo 33 anni ci mancano i mandanti"

BolognaToday è in caricamento