rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Politica

Registro nozze Gay Alfano frena, Merola non si piega: "Vado avanti serenamente'

Non ci vorrà molto tempo prima che il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, emetta una circolare per "sanare un atto illegittimo, come quello del sindaco", così incalza la consigliera Castaldini sulla quale piovono attacchi da parte di Gaynet e del Cassero

Non ci vorrà molto tempo prima che il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, emetta una circolare per "sanare un atto illegittimo, come quello del sindaco di Bologna, Virginio Merola, che ha già iscritto nel registro ufficiale del Comune le nozze gay contratte all'estero". Ne è convinta la consigliera comunale di Ncd, Valentina Castaldini, che qualche tempo fa ha inoltrato un esposto alla Prefettura bolognese contro la decisione del primo cittadino. Un esposto che ha portato il prefetto di Bologna, Ennio Mario Sodano a scrivere al Comune per chiedere di soprassedere, ma che ha ricevuto risposta negativa. "Vado avanti" aveva detto Merola.
Tuttavia, la presa di posizione del sindaco è stata appena stroncata dal ministro in una risposta a una interrogazione parlamentare. Merola, sottolinea stamane Castaldini, "ha già iscritto quelle unioni nel registro ufficiale" e quindi ora si attende una circolare ministeriale contro questa decisione "che deve rendere omogenea la situazione a livello nazionale e sanare questi atti illegittimi", conclude la consigliera.

Intanto Merola continua dritto per la sua strada. "Anche ieri ho registrato un matrimonio contratto all'estero e continuo ad applicare il diritto europeo", dichiara il primo cittadino, parlando con la ''Dire'' prima di intervenire ad una tavola rotonda sulla cooperazione. "Vedo che ci si continua disinteressare delle persone in carne ed ossa- afferma Merola- sulla base di una logica burocratica fatta di circolari. Io vado avanti serenamente".

Registrazione matrimoni gay al via: in tanti già in fila in Comune

REAZIONI GAYNET E CASSERO. La consigliera comunale Ncd a Bologna, Valentina Castaldini "vive forse in un igloo". Perchè "si batte non per qualcosa, ma contro qualcosa" e "non vede che ci sono migliaia di coppie omosessuali che formano famiglie e crescono figli". Il presidente del Cassero, Vincenzo Branà, attacca la consigliera. Per Branà, però non si capisce "cosa ne guadagni Castaldini", dato che non ha senso "negare a queste persone dignità e diritti" ottenendo "solo la soddisfazione di umiliarle". Per questo, il numero uno del circolo si chiede quale "sia il valore delle battaglie e l'insegnamento che Castaldini ha tratto dalle Sacre scritture, alle quali dice di portare rispetto".

In Europa c'è la direttiva sulla libertà di circolazione delle coppie, comprese quelle gay, quindi la trascrizione delle nozze omosessuali contratte all'estero "garantisce questa libertà". Tant'è che già oggi "per legge si deve riconoscere il permesso di soggiorno del partner extracomunitario". Quindi, se il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, ha davvero intenzione di diffondere una circolare contro la registrazione di queste unioni "sbaglia". Il presidente di Gaynet e consigliere regionale in Emilia-Romagna LibDem, Franco Grillini, attacca così il ministro Ncd e la consigliera  Castaldini, accusando l'intero partito si essere composto da "califfi ultraclericali", per la battaglia che hanno intrapreso contro la registrazione dei matrimoni omosessuali voluta a Bologna dal sindaco Merola. Per Grillini, il fatto che un ministro annunci una circolare tramite una consigliera comunale è talmente singolare da essere il segno che "il nostro non è il ministro degli Interni ma il ministro dell'Ncd". Quanto a Castaldini, per il consigliere regionale "sporge esposti alla magistratura e si appella al segretario di partito, invece di argomentare".

(fonte Dire)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Registro nozze Gay Alfano frena, Merola non si piega: "Vado avanti serenamente'

BolognaToday è in caricamento