Politica

Matrimoni Gay, presto Ddl. Merola: 'Finalmente ci allineiamo al diritto europeo'

Così il sindaco davanti all'intenzione del Governo di presentare entro pochi giorni il disegno di legge per le unioni civili tra omosessuali. Intanto contro la battaglia di Merola continuano a piovere polemiche, 'bacchettate' anche dal Psi

PALAZZO ACCURSIO, PRIMO GIORNO REGISTRO MATRIMONI OMOSESSUALI CONTRATTI ALL'ESTERO

"E' una buona notizia, che finalmente allinea il nostro Paese al diritto europeo e al pronunciamento della nostra Corte Costituzionale. Le città e il Paese non avranno più cittadini di serie A e di serie B". Così il sindaco di Bologna, Virginio Merola, davanti all'intenzione del Governo Renzi, di presentare entro pochi giorni il disegno di legge per le unioni civili tra omosessuali.

Il primo cittadino torna così a rimarcare la sua battaglia - cominciata con l'avvio del registro per trascrivere i matrimoni gay contratti all'estero. "L'iniziativa  che  abbiamo intrapreso insieme a tanti sindaci e all'ANCI - ribadisce Merola - ha dato  i  risultati  sperati. Ringrazio i tanti cittadini che in queste settimane hanno apprezzato e compreso  il  valore  morale  e  politico dell'iniziativa  che  ho  portato  avanti  sulle  trascrizioni di matrimoni contratti all'estero tra persone dello stesso sesso.
Non  c'è nessun vincitore, né di destra, né di sinistra, ha vinto il Paese, per  questo  mi auguro che il Parlamento approvi il disegno di legge con le più ampie convergenze".

INFURIA LA POLEMICA. Il sindaco dunque non arretra. Nonostante le 'bacchettate' piovute da più parti, ultimo l'out-out del Ministro dell'Interno Alfano. I malumori arrivano però anche dal centrosinistra. Dopo l'affondo di Centro democratico sulle "finte famiglie", un altro pezzo di centrosinistra bacchetta i sindaci impegnati nella battaglia per la trascrizione dei matrimoni gay contratti all'estero: è il Psi che, da Bologna, mette nel mirino il primo cittadino Virginio Merola. Sul tema interviene Paolo Sartori, responsabile del dipartimento Lavoro della federazione bolognese: a Palazzo D'Accursio si fa "disobbedienza" sui diritti civili determinando una loro "sovraesposizione", mentre "dei diritti sociali non parla nessuno, sindaco compreso". In altre parole, si registra "un'esagerata esposizione su problemi che, detto francamente- aggiunge Sartori- non sono quelli che vivono i giovani d'oggi". Merola fa male, dunque, ad insistere nel braccio di ferro con il ministero dell''Interno? "Fa male perche'' va contro la legge", dichiara un altro esponente del Psi, Claudio Bettini: "Le leggi sono tali e trasgredendole si finisce per giustificare i disonesti".

DDL UNIONI CIVILI. "Il testo del governo Renzi sulle unioni civili serve a rendere più rapida l'approvazione. Il conferimento di diritti economici e civili per le coppie gay colma un ritardo storico della nostra legislazione". Così hanno spiegato i senatori del Pd Andrea Marcucci e Laura Cantini, primi firmatari del ddl che istituisce le unioni civili. "La proposta dell'esecutivo sarà sovrapponibile a quella in discussione al Senato-sottolineano i parlamentari- si tratta in pratica del modello tedesco, e quindi comprende anche la stepchild adoption ovvero l'adozione limitata ai figli del partner. Contiamo su tempi molto rapidi, e da questo punto di vista è servita l'azione di tanti sindaci, che con i loro provvedimenti, hanno confermato l'urgenza di intervenire sul tema", concludono Marcucci e Cantini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matrimoni Gay, presto Ddl. Merola: 'Finalmente ci allineiamo al diritto europeo'

BolognaToday è in caricamento