Politica Stazione

Mercato di Mezzo: sarà recuperato, M5S: 'Ma Ausl non è immobiliare'

Polemici i grillini sul ruolo dell'azienda sanitaria: "E'proprietaria dell'edificio, ma non è un'immobiliare, non è compito suo investire 800.000 euro per una riqualificazione che va verso il commerciale"

Il Mercato di Mezzo verso la riqualificazione: da area degradata degli ultimi tempi, riacquisterà nuova linfa per riaprire nell'autunno 2013, secondo il progetto messo a punto da Coop Adriatica, Ausl e Comune, con investimenti per 4,8 milioni di euro

Una svolta positiva per il centro, come riconoscono anche i 'grillini', che pero' polemizzano sul ruolo di Ausl: "è proprietaria dell'edificio, - sottolinea il capogruppo del Movimento 5 Stelle in Regione, Andrea Defranceschi - ma non è un'immobiliare, non è compito suo investire 800.000 euro per una riqualificazione che va verso il commerciale". "Se anche l'investimento dovesse risultare, per qualche motivo, fruttifero - spiega Defranceschi - secondo noi i fondi dell'azienda sanitaria non dovrebbero essere usati per operazioni immobiliari ma, ovviamente, per la salute pubblica. Se Coop è interessata, allora l'Ausl avrebbe fatto bene a vendere l'edificio e investire il ricavato, ad esempio, per il Poliambulatorio che a Monzuno aspettano da tempo e servirebbero, guarda un po', proprio 800.000 euro".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato di Mezzo: sarà recuperato, M5S: 'Ma Ausl non è immobiliare'
BolognaToday è in caricamento