Politica

Assalto a Washington, Merola: "Vergogna per Trump e chi lo ha sostenuto anche in Italia"

"Quando per anni semini odio, fomenti rabbia e racconti bugie, raccogli questo scempio indegno alle istituzioni democratiche" ha detto Bonaccini

Foto di Steven Nelson / Twitter

"Trump, questo miliardario pluri-indagato e razzista, prima ha incitato i teppisti che lo sostengono e ora li chiama patrioti... Vergogna per lui e quelli che lo hanno sostenuto anche in Italia, con tanto di mascherina e cappellino... Non passeranno, non passerete".

Il riferimento al leader della Lega Matteo Salvini che prima delle elezioni Usa si era fatto vedere in giro con la mascherina "trumpiana" non è certo "velato". Così, non le manda a dire il sindaco di Bologna, Virginio Merola. In un post sui social definisce gli episodi di ieri a Washington "un attacco di teppisti antidemocratici e fanatici per impedire la nomina di Biden eletto dalla maggioranza degli americani. Quanto accaduto nella giornata di ieri negli Stati Uniti riguarda tutti, per la portata che quel paese e quella democrazia hanno nel mondo".

"Quando per anni semini odio, fomenti rabbia e racconti bugie, raccogli questo scempio indegno alle istituzioni democratiche - ha dichiarato Bonaccini - la democrazia e la sua salvaguardia vengono prima di ogni appartenenza politica: è il pilastro e il valore su cui si fonda la nostra convivenza civile e il patto che tiene insieme la nostra la nostra società. Un patrimonio tanto prezioso quanto fragile, come abbiamo visto. Perché per vivere ha bisogno di cittadini pienamente consapevoli, così come di classi dirigenti responsabili e all'altezza del proprio compito. Il primo compito della politica e delle istituzioni è unire: usare le istituzioni per spaccare la società e dividere le persone è la cosa più grave che una leadership possa fare". 

I fatti 

Nel pomeriggio di ieri, migliaia di persone hanno assediato il Congresso degli Stati Uniti, chiamato a certificare la vittoria di Joe Biden alle elezioni Usa 2020, Gruppi di manifestanti, dopo aver partecipato a una protesta convocata dallo stesso ec presidente Usa, Donald Trump, hanno sfondato i cordoni di sicurezza e sono entrati all'interno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto a Washington, Merola: "Vergogna per Trump e chi lo ha sostenuto anche in Italia"

BolognaToday è in caricamento