menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Migranti, Merola incontra Minniti: 'Non esiste la possibilità di ripristinare i Cie'

Il sindaco e il Ministro hanno discusso sulla ventilata riapertura dei Cie. Per Bologna pronto un 'pacchetto' sicurezza

Se il Ministro dell'Interno Marco Minniti non è venuto a Bologna, il sindaco Virginio Merola si è recato ieri a Roma insieme all'assessore Luca Rizzo Nervo per avere notizie sulla ventilata riapertura dei Cie, i centri di identificazione e espulsione, che il primo cittadino non vede di buon occhio. 

"Non esiste la possibilità di ripristinare i Cie per come sono stati conosciuti perché inefficaci e contrari ai valori umanitari che devono caratterizzare una politica che si definisca di sinistra soprattutto quando affronta il tema cruciale della sicurezza - fa sapere i, sindaco con una nota - per questo sono convinto che l’accoglienza e la protezione per i richiedenti asilo, i rifugiati, le vittime di tratta e per chi non ha più il permesso di soggiorno perché ha perso il lavoro devono essere incardinate senza ambiguità nelle politiche sociali nazionali e locali. Per queste persone non ci può essere spazio in un centro destinato alle espulsioni, cosa sulla quale il Ministro è d’accordo"

Merola ribadisce la sua contrarietà ai Cie "l’ho maturata soprattutto dopo aver visitato quello di Bologna che da due anni è stato trasformato in un Hub migranti col lavoro determinante della mia amministrazione. Una modifica dell’attuale assetto dell’Hub di via Mattei non è stata presa in considerazione" scrive.

Quindi il Ministro chiedera a ogni Regione di individuare un luogo per centri di rimpatrio degli irregolari pregiudicati e potenzialmente pericolosi per la legalità dove ci sarà un garante dei diritti umani individuato in modo condiviso e lavorerà per dare forza agli accordi di rimpatrio con i paesi d’origine: "Ho apprezzato anche la volontà di dimezzare i tempi di riconoscimento della domanda di asilo e protezione e l’idea, condivisa nel Governo, di una specializzazione della magistratura rispetto a questi temi". 

SICUREZZA.Minniti e Merola hanno affrontato il problema della sicurezza urbana e "su questo il Ministro mi ha spiegato che la sua intenzione è quella di racchiudere in un decreto le richieste dell’Anci per dare maggiori strumenti ai sindaci. E’ un’ottima notizia che va nella direzione che auspicavo da tempo". Quanto a Bologna: "Dopo l’approvazione del provvedimento sulla sicurezza urbana presenterò delle richieste specifiche sulla situazione in città. Su questo però voglio prima consultare il Consiglio Comunale, le associazioni economiche e quelle sindacali" e conclude "ho avuto la chiara percezione che è intenzione di Minniti avere un solido e fattivo rapporto con i sindaci basato su decisioni e fatti e non su annunci inutili. Di tutto questo informerò il Prefetto e il Questore". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

L'Oroscopo di marzo segno per segno: ecco cosa prevedono gli astri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento