rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Politica Piazza Santo Stefano

Stretta su alcol e musica, Merola: "L'ordinanza compensa la mancata coscienza"

Il sindaco Virginio Merola rivendica la stretta contro alcol e musica decisa anche per piazza Santo Stefano, che si va cosi' ad aggiungere all'elenco degli altri luoghi del centro soggetti alla stessa ordinanza anti-movida

Il sindaco Virginio Merola rivendica la stretta contro alcol e musica decisa anche per piazza Santo Stefano, che si va cosi' ad aggiungere all'elenco degli altri luoghi del centro soggetti alla stessa ordinanza anti-movida (piazza San Francesco, via del Borghetto e via de' Marchi): "Dove non arriva la coscienza delle persone, devono arrivare le ordinanze del sindaco. Of course". "Si tratta di garantire decoro, pulizia e rispetto per due delle piazze piu' belle di Bologna e d'Italia", spiega il sindaco nella sua newsletter. 

Nella nuova rubrica, coniata sotto il titolo ironico "#hofattoanchecosebuone", Merola mette anche il regolamento approvato sempre in settimana dedicato agli artisti di strada. "La vivacita', anche artistica, di Bologna e' un bene prezioso che non va messo in discussione- sostiene il sindaco- pero' non bisogna tradire questo spirito trasformandolo in caos e in cacofonia. Per questo abbiamo deciso di ridisegnare gli spazi disponibili per queste attivita' e abbiamo limitato l'impiego di chi si esibisce con strumenti amplificati in piazza Maggiore, attraverso una valutazione sulla qualita' delle proposte artistiche". Secondo Merola, "il diritto di tutti a vivere una Bologna bella e piacevole passa anche dal valore delle esibizioni spontanee, dalla loro capacita' di inserirsi nel contesto urbano con grazia. Senza dimenticare che anche il silenzio o il piacere di passeggiare e conversare appartengono al nostro modo di vivere e di stare assieme".

Infine, Merola si dice soddisfatto per la gara avviata dall'Agenzia del Demanio per assegnare i servizi vigilanza all'ex Staveco, che si sta concludendo. "E' un primo risultato della diffida che abbiamo inviato oltre che al Demanio, anche a Cassa depositi e prestiti e Invimit- commenta il sindaco- stiamo attendendo le risposte dai proprietari delle grandi aree dismesse e mi aspetto fatti importanti e decisivi". 

(Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stretta su alcol e musica, Merola: "L'ordinanza compensa la mancata coscienza"

BolognaToday è in caricamento