Politica Centro Storico / Piazza Maggiore

Merola sul prossimo candidato sindaco: 'Resto fino al 2021'

Pier Ferdinando Casini nella giornata di ieri aveva liquidato come "demenziale" il dibattito sul prossimo candidato sindaco di Bologna, rispondendo ad una domanda sulle chance inesistenti che l'attuale primo cittadino, Virginio Merola, ha attribuito al centrista Gian Luca Galletti

Pier Ferdinando Casini nella giornata di ieri aveva liquidato come "demenziale" il dibattito sul prossimo candidato sindaco di Bologna, rispondendo ad una domanda sulle chance inesistenti che l'attuale primo cittadino, Virginio Merola, ha attribuito al centrista Gian Luca Galletti. Oggi la palla torna a Merola, che commenta cosi' la dichiarazione dell'ex presidente della Camera: "Condivido e aggiungo che non risponderò piu' a domande su chi fa il candidato tre anni prima, perche' è davvero demenziale. Quando ho risposto, ho risposto a domande che avevano un senso ma che non riguardavano questa cosa".

Merola aveva parlato di Galletti, oltre che degli assessori Priolo e Lepore

A fronte di una specifica domanda su chi dei tre abbia più chance come candidato del centrosinistra, posta dai redattori del quotidiano online del master in giornalismo dell'Universita' di Bologna. Ora, pero', Merola assicura che non rispondera' piu' a domande sul futuro candidato. E aggiunge, lasciando intendere che c'e' chi forse spera in elezioni anticipate: "Davvero richiamo anch'io tutti a comprendere che, anche se non vogliono, faccio il sindaco per elezione dei cittadini fino al 2021 e sono determinato a non permettere questo dibattito astruso". 

Sui temi della politica cittadina Merola e' intervenuto al termine di un'iniziativa in Salaborsa legata alla Liberazione di Bologna. Rispondendo ai cronisti, il sindaco si e' prima soffermato sulle diatribe interne al Pd e poi sulle dichiarazioni del centrista Casini. Finito il colloquio con i giornalisti, invece, Merola ha approfittato dell'occasione per una prolungata chiacchierata tutta orientata 'a sinistra', visto che il capannello a tre comprendeva Maurizio Lunghi e Federico Martelloni, rispettivamente segretario della Cgil e capogruppo di Coalizione civica.

(agenzia Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Merola sul prossimo candidato sindaco: 'Resto fino al 2021'

BolognaToday è in caricamento