Politica

Berlusconi manda Anna Maria Bernini in Europa: ieri il giuramento del neo Ministro

Il Ministero per le politiche comunitarie è stata ha affidato all'avvocato bolognese, Anna Maria Bernini. Sarà lei a vigilare sui rapporti con l'Unione europea. Merola: "Un orgoglio per Bologna"

Il Premier sceglie una bolognese per vigilare sui rapporti con l'Unione Europea: lei è l'avvocato Anna Maria Bernini, da ieri ufficialmente Ministro per le politiche comunitarie. Dinnanzia al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, l'avvenente avvocato bolognese ha prestato giuramento sulla Costituzione. La cerimonia si è svolta al Quirinale, alla presenza del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta. Al termine della cerimonia, al ministro Bernini Napolitano ha chiesto: "come sta suo padre?", chiedendo del padre Giorgio, giurista e ministro del primo governo Berlusconi. Il presidente del Consiglio si è avvicinato ai suoi ministri con un sorriso: "Tutto a posto", ha detto. Poi si è fermato a salutare la moglie e la figlia del ministro Palma e l'assistente del ministro Bernini, che li accompagnavano.

MINISTRO POLITICHE COMUNITARIE, COMPITI. Importante il ruolo che rivestirà Bernini. A lei il compito di monitorare la corretta applicazione delle direttive Ue, intervenire per evitare che nascano contenziosi comunitari e prevenire procedure di infazione nei confronti dell'Italia. Ogni anno l'avvocato dovrà presentare una relazione al parlamento sul processo di integrazione europea e il ruolo dell'Italia a Bruxelles. Infine avrà anche un compito di rilievo nell'assistenza e formazione in materia comunitaria, rivolta a Regioni, Province ed enti locali.

Soddisfazione nel mondo della politica locale, che unito si è complimentato con il neo Ministro. A lei sono giunti anche gli auguri del sindaco di Bologna, Virginio Merola, "L’auspicio  è che - ha dichiarato Merola - il neo ministro possa continuare a lavorare  assieme  alla  sua  città,  così  come  stava  facendo assieme ai
parlamentari bolognesi in modo bipartisan, per aiutare  Bologna  ad attraversare  questo momento difficile che sta vivendo, in concomitanza con la crisi che ha investito anche il nostro Paese e l’Europa". Poi il primo cittadino ha concluso sottolinenado "è un orgoglio  per la città avere un altro esponente politico bolognese  al  Governo nazionale."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berlusconi manda Anna Maria Bernini in Europa: ieri il giuramento del neo Ministro

BolognaToday è in caricamento