Politica

Il caso Motor Show approda in Parlamento, ma ora Bologna spera in 'Fico'

Interrogazione al Governo per salvaguardare la manifestazione, ma il mega-progetto al Caab potrebbe creare lavoro e portare in città tra i 5 e i 10 milioni di visitatori l'anno

L'affaire Moto Show coinvolge anche il Parlamento. Michele Anzaldi (Pd) sottopone un'interrogazione al Governo, dopo il 'ferale' annuncio da parte di Alfredo Cazzola di un suo salone a Milano per dicembre 2014. Domani la conferenza stampa.

Anzaldi chiede al premier Letta e al ministro alle Infrastrutture Maurizio Lupi di salvaguardare la manifestazione, per 36 anni a Bologna, ma anche l'eventualità di 'un quadro normativo organico come avvenuto in Germania per regolamentare il settore delle fieristico'.

FICO. Una mano potrebbe arrivare da Oscar Farinetti, patron di Eataly: l'idea di 'Fico', Fabbrica Italiana Contadina, da realizzare al Caab, Centro agroalimentare, ha già raccolto il consenso di Unindustria e Camera di Commercio e quello delle coop. 

Secondo quanto riferisce il Sole 24 ore, Farinetti sarebbe ora a Hong Kong per cercare anche investitori asiatici. Mancano ancora una quarantina di milioni per aprire il cantiere che creerebbe 5mila nuovi posti di lavoro e potrebbe portare a Bologna tra i 5 e i 10 milioni di visitatori all'anno: 120 tra ristoranti, laboratori e negozi, prodotti tipici a chilometro zero, Fico è davvero un mega-progetto che Farinetti sta portando avanti con Andrea Segrè, preside della facoltà di Agraria di Bologna, direttore del Caab, e inventore di Last Minute Market, contro la lotta agli sprechi alimentari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il caso Motor Show approda in Parlamento, ma ora Bologna spera in 'Fico'

BolognaToday è in caricamento