menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il parcheggio del Maggiore

Il parcheggio del Maggiore

Parcheggi ospedali gratis? "La Lega lo chiede dal 2012"

"Un vero e proprio pizzo sul dolore e sulla malattia"

"È curioso che il governatore Bonaccini rilanci l’idea dei parcheggi gratis negli ospedali, quando la Lega è dal lontano 2012 che lo chiede". Così la consigliera comunale leghista Mirka Cocconcelli oggi in un intervento in Consiglio ed elenca le "numerose domande di Question Time (28.03.2012, 04.05.2012, 07.09.2012),interventi di inizio seduta (30.07.2012, 03.09.2012, 22.01.2018, 26.02.2018) e interrogazioni (16.03.2017)". 

La consigliera si riferisce all'impegno del presidente della Regione, ricandidato alle prossime elezioni, a studiare una soluzione tecnologica per consentire a chi deve andare all'ospedale per ragioni di salute di non pagare il biglietto (spesso esoso) nei parcheggi della struttura.

"Il 4 maggio 2012 la consigliera Borgonzoni, e la sottoscritta il 28.03.2013, fecero 2 domande di Question Time inerenti il parcheggio a pagamento dell’Ospedale Bellaria e ci fu risposto, dall’allora assessore Colombo, che con questo metodo si sarebbe scoraggiato l’utilizzo improprio delle aree di sosta ospedaliere, in quanto utilizzate come parcheggi scambiatori per lasciare l’auto e fare shopping in centro - incalza Cocconcelli - la risposta si commenta da sé" quindi "qualcuno mi spieghi se esiste una logica nel parcheggio a pagamento delle aree ospedaliere cittadine, mentre è gratuito nei centri commerciali. I familiari ed i pazienti che si recano presso i nosocomi non vi accedono per diletto e oltre a sobbarcarsi i disservizi legati alle file nei Pronto Soccorso cittadini, si devono anche preoccupare di pagare i parcheggi ospedalieri e questo lo ritengo un vero e proprio pizzo sul dolore e sulla malattia". 

Per la leghista "oltre ad essere eticamente scorretto ritengo che il pagamento del parcheggio ospedaliero imposto a coloro che devono recarsi, in urgenza, presso un reparto ospedaliero o presso un PS, sia anche illegittimo, in quanto prevale lo stato di necessità, sul dover rispettare il pagamento dello stallo auto. Infatti chi ha urgente bisogno di cure non può preoccuparsi di pagare anche il ticket del parcheggio - e ricorda - il Codice della strada prevede che, associati ai parcheggi a pagamento, debbano essere sempre assicurati un numero adeguato di parcheggi gratuiti, soprattutto in un luogo pubblico qual’è un ospedale, ma vi chiedo: dove sono questi parcheggi gratuiti?”.

E aggiunge "da anni, le casse automatiche dei parcheggi ospedalieri sono presidiate da loschi individui, più volte denunciati, che importunano e minacciano, soprattutto persone anziane e malate, le quali per quieto vivere pagano un obolo, onde evitare ritorsioni. Il Governatore Bonaccini ed il Sindaco Merola pensino prima a debellare questo squallido fenomeno dei parcheggiatori abusivi nelle aree ospedaliere, prima di far business sulle malattie dei bolognesi. Quindi ribadisco la nostra ferma contrarietà ai parcheggi a pagamento prospicienti i nosocomi cittadini, veri e propri balzelli iniqui" sulla malattia e sul dolore.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento