Dubbi di Merola sul Passante Nord, i costruttori: "Inaccettabile, tranello da campagna elettorale'

'Non a tutti i costi' ha detto ieri il Sindaco provocando l'immediata reazione dell'Associazione Nazionale Costruttori Edili bolognese. E Bugani M5S difende Merola: 'Dichiarazione offensiva e spiacevole'

"Decisione  strategica" quella del Passante Nord. Così era stata definita dal sindaco Virginio Merola a settembre scorso "condivisa  dall'attuale Provincia di Bologna, dal Comune di Bologna e dalla Regione  Emilia-Romagna". Ma la strada è in salita.

Prima una nota congiunta dei sindaci dei comuni coinvolti che chiedevano garanzie ad Autostrade, l'annuncio della mobilitazione di Verdi, il ricorso di Legambiente all'Unione Europea per una possibile irregolarità sulla gara, infine la diffida del sindaco di Castenaso Sermenghi, sempre nei confronti di Autostrade, dall'eseguire rilievi sui territori agricoli di sua competenza. Finisce che ieri, a margine del Consiglio Metropolitano, anche Merola ha qualche ripensamento: "Non a tutti i costi, o Autostrade darà ai territori giuste compensazioni (in termini di strade) e mitigazioni ambientali, oppure l'opera non si farà". Sta di fatto che la delega metropolitana alle infrastrutture è stata assegnata al sindaco di Calderara, Irene Priolo, una delle firmatarie della nota congiunta.

Non si è fatta attendere la risposta del presidente di Ance, Associazione Nazionale Costruttori Edili, Luigi Amedeo Melegari, che ha definito "inaccettabile e da irresponsabili" la sola messa in discussione del Passante Nord e ha aggiunto "non cadiamo nel tranello della campagna elettorale in cui tutto diventa discutibile e tutto viene azzerato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Noi crediamo che purtroppo qui di irresponsabili ci siano solo alcuni signori del cemento, che continuano a voler consumare territorio fertile per costruire infrastrutture inutili e che appartengono ad un'idea di sviluppo del secolo scorso". A scriverlo in una nota è il consigliere 5 Stelle a Palazzo D'Accursio Massimo Bugani "il signor Melegari sostiene che i dubbi del sindaco potrebbero derivare solo dalla necessità di Merola di essere rieletto. Trovo questa dichiarazione molto offensiva e spiacevole e chiedo invece a Merola, a Bonaccini e ai sindaci interessati dal Passante Nord di non curarsi minimamente di queste pressioni (più o meno indirette e più o meno esplicite) che i signori del cemento stanno iniziando a fare. Si prendano decisioni per il bene dei cittadini, per il futuro della nostra regione e del nostro territorio, con coscienza, con la schiena dritta, a testa alta e liberi da ogni tipo di condizionamento" e conclude "è ora di dare un segnale forte di cambiamento in questo senso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • L'oroscopo di agosto segno per segno: ecco cosa dicono le stelle

  • Da Budrio a "Mister Italia 2020": Ruben Ganzerli tra i trentadue finalisti

  • Covid e gestione piscine, parrucchieri ed estetisti: siglata nuova ordinanza in Emilia-Romagna

  • Le 10 mostre di agosto da non perdere a Bologna

  • SuperEnalotto, la fortuna bacia Pianoro: vinti 18mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento