Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pilastro, la Lega: "A Bologna emergenza criminale da decenni, mancano 600 agenti"|VIDEO

Polizia Locale-gabelliere, mancanza di controllo nei quartieri più critici e negli alloggi Acer tra le denunce della Lega Bologna, dopo i fatti del quartiere Pilastro: "L'amministrazione deve riconoscere che esiste un'emergenza, ma non lo farà per motivi di carattere ideologico"

Polizia Locale ridotta a elevare sanzioni, mancanza di interventi nei quartieri più critici e di controllo sugli alloggi popolari tra le dununce della Lega Bologna che questa mattina ha indetto una conferenza stampa, dopo i fatti degli ultimi giorni nel quartiere Pilastro: un 26enne colpito da arma da fuoco e un accoltellato. 

Altro ferimento al Pilastro: lite tra vicini finisce a coltellate

"L'amministrazione comunale deve riconoscere che esiste un'emergenza sicurezza da decenni, ma non lo farà per motivi di carattere ideologico. Significherebbe anche ammettere il fallimento totale dell'azione amministrativa" ha detto Gianni Tonelli, deputato leghista e già segretario generale del Sindacato Autonomo di Polizia, che ha presentato gli ultimi dati sui reati a Bologna elaborati da Il Sole 24 Ore. "Da parlamentare - annuncia Tonelli - farò un'interpellanza al ministero dell'Interno perchè Bologna è in piena emergenza criminale da decenni - quindi chiederà risorse - non solo per la popolazione, ma anche rinforzi. LA nostra proposta è utlizzare il ricavato delle multe". 

"E' il mio secondo mandato in consiglio comunale, quindi già dieci anni fa la situazione era allarmante - sottolinea Francesca Maria Scarano, concigliera comunale - sono mancate posizioni politiche chiare, gli alloggi popolari diventano una questione sociale, quindi anche un welfare carente".

"Carenze dell'amministrazione e di Acer - gestore degli alloggi popolari - garantire la sicurezza è una questione soaicle - attacca il consigliere regionale del Carroccio, Michele Facci - i regolamenti degli alloggi popolari sono precisi, quindi bisogna controllare. Come Lega presenteremo la richiesta per una commissione d'inchiesta sulla gestione Acer - e in merito alle prossime elezioni - la questione sciurezza e le soluzioni diventano dirimenti nella scelta del nostro candidato sindaco". 

"Come Lega presenteremo la richiesta per una commissione d'inchiesta sulla gestione Acer"

"La sinistra si ricorda della sicurezza tardivamente, quando la situazione è ormai diventata esplosiva - osserva  il deputato della Lega Carlo Piastra in una nota - la verità è che il problema è stato trascurato e ora si cerca di scaricare la responsabilità sul Prefetto. Il disagio sociale è determinato dalle politiche della sinistra, che ha abbandonato i vari quartieri al proprio destino: senza controlli e, nello specifico, senza che vi fosse un reale impegno per aprire una caserma dei carabinieri al Pilastro. Lepore adesso chiede al Prefetto un incontro per discutere della situazione e di telecamere, ma lo fa tardivamente, additando ritardi altrui. Vorrei ricordare che in tutti questi anni è stata la sinistra a negare che un problema sicurezza esistesse". 

Spari al Pilastro, il presidente Acer: "Avertii, ma risposta del Prefetto è stata il nulla"

Questa mattina è intervenuta anche la presidente dei senatori di Forza Italia, Anna Maria Bernini: "Il tentato omicidio, probabilmente causato da un presunto regolamento di conti, avvenuto nei giorni scorsi al Pilastro, è solo l’ultimo campanello d’allarme in ordine di tempo, che ci dice quanto questa zona della Città sia diventata problematica - ha scritto in una nota - E comprendo perfettamente le ansie, le preoccupazioni, le paure dei residenti che chiedono solo di poter vivere in un quartiere sicuro. Auspico che le indagini procedano speditamente e che si venga al più presto a capo dell’intera vicenda che sembra avere, ogni giorno che passa, risvolti sempre più ampi e preoccupanti. Ma è evidente che, al di là dell’impegno degli inquirenti, occorre un intervento mirato delle Istituzioni, a qualunque livello, volto a riportare sicurezza e legalità nella zona e sul lungo periodo: un impianto di videosorveglianza evidentemente non può più bastare. Se questa zona è diventata particolarmente difficile, allora va valutato il potenziamento del presidio delle Forze dell’Ordine, unitamente al rafforzamento degli organici in tutta la Città: i nostri uomini in divisa devono essere messi nelle condizioni di poter realmente operare, con equipaggiamenti e organici adeguati al contesto".

"A Bologna mancano oltre 600 agenti"

La "mannaia" della riforma Madia "si è abbattuta su tutti i settori - tuona Tonelli - a Bologna mancano oltre 600 agenti, in Emilia-Romagna tra i 2mila e i 2.500, dieci anni fa la squadra mobile contava 123 persone, ora sono 101, la digos 80, ora 61, le volanti erano 28, ora sono 23". 

Acer non ci sta 

Non ci stanno il presidente di Acer Bologna Alessandro Alberani e il vice presidente Marco Bertuzzi che respingonob le affermazioni di alcuni esponenti della Lega: “Spiace venire tirati per la giacchetta in questo modo sul tema della legalità e della sicurezza in seguito a una sparatoria che, ricordiamo, è avvenuta per strada”, afferma Alberani. “Quello che Acer può fare, nei limiti delle proprie competenze, tra le quali non rientra l’ordine pubblico, lo ha sempre fatto e reso noto ai consiglieri di qualsiasi ordine politico lo richiedessero”.

Aggiunge il vice presidente Bertuzzi: “Sui controlli che possiamo fare e che abbiamo messo in campo sono i numeri che parlano, non le emozioni. Un esempio tra tutti è l’azzeramento del numero delle occupazioni abusive, unico caso in Italia. Non a caso l’allora capo della Polizia Franco Gabrielli, lo scorso 8 luglio, si complimentava con una lettera formale ad Acer ‘per la straordinaria sinergia e comunione d’intenti’ con le forze dell’ordine ‘per il raggiungimento dell’obiettivo quota zero avverso il fenomeno delle occupazioni abusive nella città felsinea’, come
forse saprà l’ex segretario del Sap Tonelli”.

Tentato omicidio al Pilastro: trovati coltelli e machete

Sparatoria al Pilastro, Lepore: "E' il momento del tavolo straordinario sulla sicurezza"

Si parla di

Video popolari

Pilastro, la Lega: "A Bologna emergenza criminale da decenni, mancano 600 agenti"|VIDEO

BolognaToday è in caricamento