Martedì, 15 Giugno 2021
Politica Piazza de' Celestini

Primarie Pd, Cuperlo a Bologna: 'Non siamo stati all'altezza delle promesse fatte'

A poche ore dal voto, il candidato segretario ha parlato agli elettori da piazza de' Celestini. In caso di vittoria o sconfitta - ha promesso - investirò nel partito e difenderò i progetti proposti". Domani, pronostica fiducioso: '2 milioni alle urne"

Alla vigili del giorno campale per le Primarie del Pd, Bologna ha incontrato Gianni Cuperlo , in corsa per la leadership del partito democratico. Nei giorni scorsi avevano già parlato ai bolognesi Pippo Civati, d all'Estragon, e Matteo Renzi, dall'Unipol Arena.
L'incontro di oggi con il candidato  -dato per favorito nel capoluogo felsineo, stando agli ultimi sondaggi - si è svolto questa mattina in piazza de'Celestini, non lontano da Piazza Maggiore, nel cuore della città.

PRIMARIE PD: COME VOTARE

"Domani sarà una bellissima giornata per il Pd e per la democrazia italiana", così Cuperlo ha rotto il ghiaccio, parlando della giornata di voto di domani, che pronostica, sarà un successo: "verranno tantissime persone, voteranno, io penso, più di 2 milioni di persone".
Se alle primarie per la scelta del segretario - ha poi continuato - "non dovessi vincere mi metterei al servizio dell'unità del Pd, difendendo e promuovendo idee e progetti che abbiamo messo al centro di questo programma". "Domani - ha aggiunto Cuperlo - non è la tappa finale di un percorso ma la tappa di inizio di una nuova stagione del Pd con il ricambio profondo della sua leadership e della sua classe dirigente".

In caso di vittoria alle primarie, invece, l'aspirante segretario ha promesso: "voglio dedicarmi interamente, nei prossimi anni, a questa attività, sono convinto che bisogna reinvestire in questo partito, anche perché non siamo stati all'altezza delle promesse che abbiamo fatto" nel passato.

PRIMARIE PD: SEGGI A BOLOGNA E PROV

Infine parlando del recente dibattito televisivo con gli altri due candidati alla segreteria del partito, Cuperlo ha scherzato: "Noi non siamo il volto buono della destra, noi siamo la sinistra. Noi non siamo il volto politico della moda o di Zelig, noi siamo la sinistra. "Il momento più difficile" di questa corsa per la segreteria del Pd - ha osservato - "e' stato stare un'ora e mezza in piedi su quel trespolino a Sky con una formula che ho sempre trovato difficile per me, io che parto nelle risposte dal tardo rinascimento". Parlando, ancora, della sortita televisiva e dell'esito mediatico del dibattito, Cuperlo ha poi chiosato: "Ho pensato, accidenti non buco il video. Ma da quanti anni è che non buchiamo le coscienze".

Così si è concluso l'incontro con gli elettori emiliani e con esso la settimana 'calda' pre-Primarie. Oro non resta che attendere una manciata di ore e passare la parola agli elettori: appuntamento alle urne, domani 8 dicembre (qui tutte le info su come e dove votare).

CUPERLO: PROFILO E MOTIVAZIONI

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Pd, Cuperlo a Bologna: 'Non siamo stati all'altezza delle promesse fatte'

BolognaToday è in caricamento