rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Politica Saragozza / Via Saragozza, 81

Fratelli d'Italia mette una croce "sulle piste ciclabili pericolose": flash mob in via Saragozza

Lisei e Cavedagna a pochi metri dal luogo dell'incidente fra un bus e un ciclista: "Molte delle ciclabili della giunta Merola sono ad alto rischio e vanno spostate o modificate. Il ciclista ha la percezione di essere protetto, ma non è così"

Un flash-mob "per denunciare la pericolosità delle piste ciclabili" stamattina in via Saragozza. Il luogo scelto non è casuale visto il brutto incidente fra un autobus e una bicicletta avvenuto la settimana scorsa (il 7 settembre ndr) che ha visto la conducente della bicicletta (una donna di 58 anni) soccorsa e ricoverata in condizioni gravi. A organizzarlo Fratelli d'Italia Gioventù nazionale, presenti il capogruppo regionale Fdi Marco Lisei, il portavoce di Gioventù nazionale - candidato al consiglio comunale Stefano Cavedagna e il consigliere Fdi Quartiere Porto-Saragozza Enrico Cevolani. 

Lisei e Cavedagna hanno messo una croce sul simbolo della bicicletta che determina la ciclabile di via Saragozza, mentre dietro di loro hanno sfilato i cartelli con la scritta "Stop piste ciclabili pericolose" siglati Meloni. E' stato il portavoce di Gioventù nazionale a spiegare il flash-mob: "Le ciclabili fatte di recente dalla giunta Merola e appoggiate da Mazzanti e Lepore sono pericolose. Troppo strette e in zone troppo trafficate, vanno modificate e spostate. Il ciclista percorrendole pensa di essere al sicuro, ma non è così". 

L'assessore Mazzanti replica a Fratelli d'Italia: gli incidenti sono diminuiti

Pista ciclabile Saragozza-2

Stefano Cavedagna spiega anche quali sono le loro proposte - VIDEO 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratelli d'Italia mette una croce "sulle piste ciclabili pericolose": flash mob in via Saragozza

BolognaToday è in caricamento