rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

"Non ci arrivi": polemica centrodestra sulle parole di Merola al consigliere Bosco

Oltre al diretto interessato, contro Merola si scagliano anche gli esponenti Fdi Marco Lisei e Francesco Sassone

"Non abbiamo il problema di perdere la Regione, ma il problema di perdere la ragione in Italia. E' un concetto completamente diverso. Capisco che ti faccia sorridere, perché non ci arrivi".

E' questa la frase dai toni forti, pronunciata oggi dal sindaco di Bologna, Virginio Merola, in Consiglio comunale all'indirizzo del leghista Umberto Bosco, che ha fatto scattare l'indignazione del centrodestra a Palazzo D'Accursio.

"Oggi Merola mi ha insultato in Consiglio comunale- riferisce Bosco, pubblicando anche il video sui social network- ha fatto una battuta e secondo lui, siccome ho sorriso, 'non ci arrivo'. L'imbarazzo dell'aula si puo' intuire guardando le facce di chi sta dietro". E aggiunge: "Ringrazio i tanti colleghi (anche del Pd) per la solidarietà dimostrata".

Contro Merola si scagliano anche gli esponenti Fdi Marco Lisei e Francesco Sassone. "Che il sindaco dica al consigliere della Lega Bosco 'tanto non ci arrivi', lo reputo indecente. Solidarieta'", dice Lisei. E Sassone aggiunge: "Il comizio elettorale fatto oggi da Merola in Consiglio comunale, con tanto di 'perché non ci arrivi' rivolto al consigliere Bosco della Lega, è sintomatico del nervosismo e della paura che questi hanno di perdere la Regione alle prossime elezioni del 26 gennaio. Le frase rivolta a Bosco, poi, si commenta da sola e non offende solo lui, ma chiunque ricopra quel ruolo e i cittadini che li hanno votati. Solidarietà". (San/ Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non ci arrivi": polemica centrodestra sulle parole di Merola al consigliere Bosco

BolognaToday è in caricamento