rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Politica

Polis Aperta, il sindaco Lepore al Pride con tutta la giunta: "Sia aperto e tutti"

Il sindaco torna sul dibattito sulla partecipazione di Polis Aperta, l'associazione Lgbtq+ degli appartenenti alle forze dell'ordine e alle forze armate, e gli organizzatori

Il sindaco di Bologna, Matteo Lepore, parteciperà al corteo "Rivolta Pride" sabato 25 giugno, ma torna sul dibattito che che si è aperto sulla partecipazione di Polis Aperta, l'associazione Lgbtq+ degli appartenenti alle forze dell'ordine e alle forze armate: "Credo che questo Pride debba essere inclusivo e non esclusivo", afferma il sindaco parlando con la 'Dire' oggi a margine di un convegno a Palazzo D'Accursio.

Intanto al Pride di sabato "sarò presente come ogni anno - annuncia Lepore - con anche la Giunta. Penso che sia giusto che tutte le associazioni che fanno parte della comunità Lgbtq+ facciano parte del Pride - continua il primo cittadino - e credo che vadano ringraziate le associazioni delle forze di Polizia che si occupano del tema dei diritti e che prendono posizione".

Quindi, aggiunge Lepore, "credo che questo Pride debba essere inclusivo e non esclusivo e che alla fine sarà così- scommette il sindaco- anche con un dibattito interno che da qui a domani credo volgerà al sereno".

La questione Polis Aperta

"Si è stato chiesto di non presentarci con i loghi e lo striscione dell’associazione, ma di partecipare in modo anonimo, quasi dovessimo nascondere chi siamo. Non è la prima volta che una tale discriminazione viene in atto: al pride di Bologna 2020 la stessa sorte toccò dall'Associazione Plus - Persone LGBT+ Sieropositive". 

"Ci teniamo a sgomberare il campo da qualsiasi fraintendimento rispetto alla partecipazione dell’associazione Polis Aperta - scrivono a loro volta gli organizzatori sottolineando la loro - volontà di ribellarsi a tutti i sistemi di potere, portata avanti dalle fasce più marginalizzate della società: le persone trans, le travestite, le persone nere e latine, le sex worker, le phroci3, le lesbiche, le persone senza documenti, le soggettività che maggiormente subivano e subiscono ancora oggi la repressione violenta della legge". 

Il meglio del weekend: l'onda arcobaleno del Pride e gli eventi imperdibili 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polis Aperta, il sindaco Lepore al Pride con tutta la giunta: "Sia aperto e tutti"

BolognaToday è in caricamento