Politica

Porto-Saragozza, il presidente Cipriani: 'Nuove scuole, novità sui parcheggi e un grande parco urbano'

INTERVISTA. Centrale la questione mobilità, sopratutto in concomitanza con le partite allo stadio, ma anche la tutela del verde. Soddisfazione per la sbarra anti-abusivi al parcheggio del Maggiore. L'idea: riaprire la Stazione Prati di Caprara. Un'analisi delle possibili soluzioni e dei progetti in cantiere per risolvere i problemi del quartiere

Viaggio attraverso i quartieri. Il presidente del Porto-Saragozza Lorenzo Cipriani passa in rassegna nodi da sciogliere e decisioni prese dall'Amministrazione sui punti cardine della zona: Prati di Caprara, Dall'Ara e impianti sportivi, mobilità e parcheggi, progetti di tutela del "verde". Punto per punto si arriva anche all'importanza della socialità e il 7 ottobre l'annuncio della festa d quartiere che, in concomitanza con il San Locca Day, porta in piazza le associazioni. 

L'annuncio del sindaco Virginio Merola sul futuro dei Prati di Caprara e lo stop all'outlet ha suscitato molte reazioni. Che ne pensa lei? 

«Il futuro dei Prati di Caprara è strettamente collegato al Quartiere. Accantonato il progetto dell'outlet, che abbiamo accolto in modo decisamente positivo, abbiamo la necessità di costruire delle nuove scuole (lo stesso Merola ne ha parlato e ci sarà un'istruttoria nel mese di novembre), di identificare un'area per un grande parco urbano e una per un progetto di edilizia sociale come prevista dal P.O.C (Rigenerazione di patrimoni pubblici)». 

Il Quartiere Porto-Saragozza accoglie molta "collina": quali sono le tutele che avete messo e metterete in campo per difendere le zone verdi?

«Il nostro quartiere per oltre metà è all'interno della collina bolognese, un bene da preservare, un bene che appartiene all'intera Città Metropolitana. Come specificato dall'Amministrazione qui non c'è possibilità di costruire e sappiamo già del chiaro no al Passante Sud. Abbiamo oltre 20 aree verdi in totale fra parchi e giardini e il mio obiettivo è che possano essere frequentati da tutte le fasce di cittadini, dai bambini agli anziani. Dobbiami fare in modo che essi siano sicuri e bene illuminati, combattendo l'inciviltà giorno per giorno. Defezioni di cani, animali senza guinzaglio in zone non ammesse alla sgambatura (ce ne sono quattro a disposizione dei cittadini) , barbecue a Villa Spada, giochi per bambini danneggiati o divelti: segnalate all'URP tutto questo perchè come quartiere mettiamo in atto pronto intervento e il ripristino tempestivo. La cittadinenza attiva è uno strumento utile ed efficace. Chiaramente le maggiori criticità le hanno i parchi più frequentati, quelli del centro storico. Uno dei problemi che dobbiamo risolvere (porterò la questione in task force sicurezza) è quella del Parco Graziella Fava e in particolare della scalinata buia che da su via Milazzo».

Stadio Dall'Ara: anticipazioni sul progetto? Idee per migliorare la mobilità durante le partite e potenziamento dei parcheggi? 

«Riguardo allo Stadio, ciò che mi preme maggiormente sono le problematiche dei residenti di zona, che rischiano di essere "sequestrati" in casa per venti giorni l'anno, in concomitanza con gli eventi sportivi ospitati dal Dall'Ara. Dobbiamo fare in modo che il progetto di riqualificazione dia delle risposte anche in questo senso, con specifico riferimento alla mobilità e alla sicurezza stradale messa seriamente a repentaglio dai parcheggi selvaggi che si registrano in concomitanza con le partite. Sarebbe auspicabile l'incentivo a usare i mezzi pubblici e creare dei parcheggi scambiatori: sarebbe fondamentare attivare la Stazione Prati di Caprara per dare accesso alla città anche a chi viene dalla zona est della Città Metropolitana (quindi Valsamoggia, ecc...). Ricordo fra l'altro che usare i mezzi pubblici è anche conveniente: i ragazzi sotto i 13 anni per esempio non pagano». 

Progetti sugli impianti sportivi del quartiere?

"Il nostro quartiere, rispetto la densità di residenti, è purtroppo un po' carente in quanto a impianti sportivi, che ad oggi si limitano all'Antistadio e al Centro Corticelli. Mi aspetto molto dal progetto CRB e spero che in collaborazione con il privato che ha la proprietà dell'area, si possa assistere alla nascita di spazi pubblici utilizzabili da tutti, aperti ai residenti e non solo a una cerchia ristretta di soci. Il CRB è un grande strumento di sviluppo a favore dei residenti ed è importante che chi vuole praticare degli sport di base non sia costretto ad andare fuori quartiere, usando fra l'altro mezzi privati e inquinanti».

Buone notizie: cosa succede e cosa succederà di bello al Porto-Saragozza? 

«Mi piace parlare del futuro. Intanto sono particolarmente fiero dell'inaugurazione del parcheggio con sbarra in Largo Nigrisoli perchè tutela le persone che vanno all'Ospedale Maggiore a trovare i prori cari evitando di essere aggrediti e infastiditi dai parcheggiatori abusivi: diamo finalmente uno stop a tutto questo. Mi aspetto inoltre da Tper, che si è aggiudicata il progetto, la riapertura del parcheggio di Piazza della Pace che i residenti aspettano da molto tempo. Sempre a proposito di cose positive, vorrei dare un appuntamento importante a tutti i cittadini perchè domenica 7 ottobre ci sarà (in Piazza della Pace e lungo tutto il portico) la festa delle associazioni di volontariato del quartiere in concomitanza del "San Locca Day", realtà preziosissime che collaborano proficuamente con l'amministrazione». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto-Saragozza, il presidente Cipriani: 'Nuove scuole, novità sui parcheggi e un grande parco urbano'

BolognaToday è in caricamento