rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Politica

Primarie, non è finita: domenica ultima sfida Bersani-Renzi

Buona affluenza alle primarie di coalizione che però non ha decretato un vincitore assoluto. Si torna alle urne il 2 dicembre per la scelta finale. Può votare anche chi non l'ha fatto al primo turno

E’ stata sorpresa per l’affluenza, forse in Italia, ma non certo a Bologna, dove è stata confermata una grande partecipazione politica, anticipata da grandi folle anche al Paladozza e al Baraccano, dove i due candidati premier Matteo Renzi e Pierluigi Bersani hanno incontrato gli elettori. Non sorprende, almeno in Emilia Romagna, il risultato di queste Primarie della coalizione di centro-sinistra: i due favoriti, Bersani e Renzi, hanno confermato la vicinanza nelle percentuali, con un ballottaggio più che previsto (SPECIALE BALLOTTAGGIO). Non ci si aspettava forse che Laura Puppato, trascurata dai media, superasse l’assessore al Bilancio al Comune di Milano e politico di lungo corso Bruno Tabacci, in quota Api. Terza posizione per Nichi Vendola, con percentuali di tutto rispetto. E saranno proprio i voti dei Vendoliani a fare la differenza.

VOTARE AL BALLOTTAGGIO SE NON SI E' ANDATI ALLE URNE AL PRIMO TURNO. Per registrarsi, e quindi votare, al ballottaggio anche se non lo si e' fatto per il primo turno delle primarie "basta dichiarare, non certificare, l'avvenuta impossibilita' di votare" al primo turno. Lo ha spiegato il presidente dei Garanti, Luigi Berlinguer, parlando a SkyTg24.

MONARI: FACCIAMO VINCERE BERSANI. Il lavoro sul territorio prosegue "con rinnovato entusiasmo per permettere al segretario Pierluigi Bersani di prevalere". E' questo il commento del capogruppo Pd all'assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna, Marco Monari, ai risultati delle primarie del centrosinistra. "C'é un impegno assunto con gli elettori - ha scritto Monari in una nota sul suo sito - e con chi si riconosce nel centrosinistra da proseguire con rinnovato entusiasmo e convinzione per permettere al segretario Pierluigi Bersani di prevalere e di portare i valori del lavoro, del merito, dell'uguaglianza, dei diritti alla guida del nostro Paese".

SEL, AGO DELLA BILANCIA ANCHE A BOLOGNA. I Vendoliani bolognesi sono in consultazione. Ancora nessuna dichiarazione, anche a causa del consiglio in corso, che occupa i rappresentanti di Palazzo d'Accursio e li tiene lontani dai microfoni. “Da quando sono state inaugurate le primarie, l'affluenza è passata da 4,3 milioni nel 2005 (vinte da Prodi) a 3,5 nel 2007 (vinte da Veltroni) a 3,1 nel 2009 (vinte da Bersani)” dichiara a Bologna Today il Consigliere Comunale Mirco Pieralisi di Sel “buona partecipazione, soprattutto in alcune regioni quindi, ma niente record o boom. Oltre alle primarie, esiste un mondo che si rappresenta anche in altri modi. Non mi soddisfa molto il risultato di Vendola, ma so che ciò che ha cercato di rappresentare sta dentro e fuori il popolo delle primarie e si farà sentire. In molte importanti grandi città, dove le primarie sono state effettivamente qualcosa di diverso dalle primarie del PD, abbiamo avuto un risultato molto al di sopra della media nazionale, così come a Bologna città abbiamo quasi raddoppiato la percentuale raggiunta in regione”.

IL BALLOTTAGGIO. Si voterà di nuovo dunque il 2 dicembre, sempre dalle 8 alle 20. Potranno votare anche i cittadini che non si sono registrati e quindi che non si sono recati alle urne al primo turno, ma non sarà possibile registrarsi al seggio il giorno del voto: solo online o presso gli uffici elettorali, il 29 e il 30 novembre, poiché l'iscrizione all’albo degli elettori del centro-sinistra è obbligatoria per votare al ballottaggio, come anche il versamento di 2 euro. Chi invece si è recato già a votare il 25 novembre, dovrà solo recarsi al seggio domenica prossima. Confermate anche le modalità per il voto all’estero e per i fuorisede.

L'EMILIA NON TRADISCE BERSANI. Nella regione di casa (della quale il segretario del Pd è stato anche presidente) ha fatto cappotto, risultando primo non solo nella sua Piacenza (per lui il 50,33% dei consensi, con Renzi fermo al 39,60%), ma anche in tutte le altre Province. In tutta la regione invece, secondo i dati definitivi diffusi dal comitato, ha staccato Renzi di oltre dieci punti, con il 48,97% contro il 38,28%. Vendola si è fermato al 9,89%, mentre Puppato e Tabacci hanno raccolto, rispettivamente, il 2,36% e lo 0,59%. Le roccaforti di Bersani si sono rivelate soprattutto Ferrara (51,89% contro 33,25%), Bologna (51,16% contro 33,39%) e Reggio Emilia (50,83% contro 37,98%). In altre zone, invece, il sindaco di Firenze si è avvicinato molto più nettamente a Bersani, come a Forlì-Cesena, 44,87% a 44,02%, circa 300 voti di distacco), a Parma (44,31% a 39,60%) e Modena (46,92% a 41,58%). Netta la vittoria di Bersani su Renzi anche a Ravenna (48,53% contro 40,96% e Rimini (47,92% a 39,25%). Il segretario del Pd è stato più votato nei centri urbani che nelle periferie. Nel Comune di Bologna, ad esempio, Bersani ha preso il 52,36% contro il 27,61% di Renzi ed il 16,44% di Vendola. In tutti i capoluoghi di provincia, tuttavia, Bersani é risultato nettamente primo, con margini generalmente ben più robusti rispetto al resto del territorio.

IL SEGRETARIO REGIONALE BONACCINI. Con questa straordinaria partecipazione abbiamo dimostrato come assieme alla coalizione "ItaliaBeneComune", siamo gli unici a permettere agli elettori di poter partecipare e scegliere il proprio candidato premier. Ogni elettore conta per uno e contribuisce a decidere, non delegando a nessun dirigente questa scelta. Cosi si rafforza la partecipazione democratica e si comicnia a colmare il solco che
 si è creato in questi anni tra politica e società, partiti e cittadini. Siamo gli unici a farlo anche perchè i partiti o movimenti con un padrone si riempiono la bocca di partecipazione, ma non la permettono liberamente. Grillo le primarie non le permette perchè comanda lui con Casaleggio, mentre nel Pdl non essendo abituati a far a meno di Berlusconi rischiano la paralisi. Forza e coraggio: ora un'altra settimana di festa democratica!
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie, non è finita: domenica ultima sfida Bersani-Renzi

BolognaToday è in caricamento