Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Prodi. 'Io al Colle? Il gioco è finito, largo ai giovani e speriamo che il Governo Renzi duri'

Il professore si lascia andare ad esternazioni sul nuovo Governo: 'Per il bene del Paese deve durare fino al 2018'. Poi si congeda dal panorama politico e scherza sugli emiliani che 'affollano' i Ministeri: 'Ce ne vorrebbero anche di più'

'Io spero solo, per il futuro del Paese, che le cose vadano bene, tutto qua. Se le cose vanno bene, il Governo Renzi durerà certamente fino al 2018, ma il problema è che non siamo messi bene, gli impegni sono tanti sia in Italia che in Europa". Così Romano Prodi ai microfoni di Agorà si è pronunciato sul nuovo Governo. Poi torna sulle voci che lo davano tra i favoriti alla leadership del Ministero dell'Economia: "Non sono stato chiamato. Io al Colle? No, come si dice, the game is over, la gara è finita: sono tutti giovani, tutti nuovi, quindi uno deve capire quando è  il proprio tempo e quando il proprio tempo è passato".

Uno sguardo al futuro del Paese. Secondo l'ex Premier, "se il Governo da' continuità e fa la formichina, dando credibilità ai provvedimenti i mercati internazionali l'apprezzano subito".  Questa la linea di condotta - vincente - palesata da Prodi, nell'incontro organizzato questa mattina da Nomisma sul "coma" dell'Italia. Critica il professore la "rotazione continua" tra Governi, pesante "zaino" sulla schiena del paese. Ora "abbiamo un Governo giovane, se si fanno i conti coi progressi della medicina- ironizza Prodi- la speranza di vita dei ministri attuali è di quasi un secolo... il problema è vedere cosa faranno dopo".

Prodi ha risposto a sollecitazioni molto dure sul nuovo Governo, come quella del giornalista inglese Emmott, che ha accusato: "lo spietato assassinio politico di Enrico Letta potrebbe rivelarsi una mossa suicida per le sue ambizioni a lungo termine".

Prodi ha rimarcato "bisogna dare il messaggio che nel lungo periodo il paese si normalizza. Non c'è' mica bisogno di farlo in un giorno. Il problema  è  il messaggio che si fa un lavoro serio che dura nel tempo".

Infine il professore, mosso da orgoglio emiliano, ha scherzato: "Un Governo di venti emiliani sarebbe bellissimo", riferendosi al fatto che nella squadra di renzi al Governo si contano cinque emilani (ecco chi sono e i loro curricula).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prodi. 'Io al Colle? Il gioco è finito, largo ai giovani e speriamo che il Governo Renzi duri'

BolognaToday è in caricamento