menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Migranti, Lega contro gli arrivi a Sesto Imolese: "Situazione intollerabile"

I leghisti imolesi: "Richiesto il numero esatto di profughi e soprattutto di quelli che fino ad oggi hanno ottenuto lo status di rifugiato al Comune"

L'ennesimo arrivo silenziato di clandestini e si vocifera che altri ne potrebbero arrivare anche in vallata - è la Lega Nord a intervenire tramite il segretario Marco Casalini da Osteriola di Sesto Imolese, nell'imolese - Non si può andare avanti in questo modo, dalla sera alla mattina veniamo a sapere di nuovi arrivi senza che i cittadini abbiano la benché minima e doverosa informazione. A questo punto - continua Casalini - dal mese di settembre prevederemo altri presidi su tutti i CAS del territorio perché la situazione e' davvero diventata intollerabile. 

"Ho richiesto il numero esatto di profughi e soprattutto di quelli che fino ad oggi hanno ottenuto lo status di rifugiato al Comune  - attacca il consigliere di Imola e del Circondario della Lega Nord Simone Carapia - perché in silenzio ce ne stanno portando in continuazione e a "piccole dosi" ci stanno riempiendo. La mancanza di rispetto per il territorio e' palese - prosegue Carapia - e le amministrazioni fanno le gnorri. Delegano queste cooperative che aumentano sempre di più i loro centri arrivando anche da fuori regione. Ill business del profugo e' molto remunerativo e importante , mentre i nostri indigenti continuano ad essere  abbandonati a loro stessi". 

Sulla vicenda interviene anche  il consigliere regionale Lega Nord Daniele Marchetti - Presenterò l'ennesimo documento ispettivo in Viale Aldo Moro per richiedere un protocollo per i controlli igenico-sanitari da troppo tempo in stand-by e lasciando i CAS (centri di accoglienza straordinaria) in assenza di linee guida specifiche. La misura e' colma - conclude Marchetti - se arriveranno altri profughi fuori controllo sul territorio potrebbero crearsi forti tensioni sociali e questa conseguenza e' assolutamente da evitare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento