menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Referendum 20-21 settembre e covid: voto per chi è in quarantena o in isolamento domiciliare, ecco come fare

Anche gli elettori positivi, in quarantena ospedaliera o domiciliare o in isolamento fiduciario possono votare

Il Consiglio dei Ministri ha fissato le nuove date del referendum popolare confermativo relativo all’approvazione del testo della legge costituzionale recante “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”: 20 e 21 settembre 2020.

I seggi rimarranno aperti domenica 20 settembre dalle 7 alle 23 e lunedì 21 settembre dalle 7 alle 15.

Il decreto-legge 14 agosto 2020, n. 103 ha individuato alcune misure precauzionali per evitare la diffusione del Covid-19 nel corso delle votazioni e, in particolare, garantire la partecipazione attiva anche agli elettori positivi, in quarantena ospedaliera o domiciliare, e a tutti coloro che si trovano in isolamento fiduciario.

Gli elettori sottoposti a trattamento domiciliare e quelli che si trovino in condizioni di quarantena o di isolamento sono ammessi ad esprimere il voto presso il proprio domicilio nel comune di residenza.

A tal fine, tra il 10 e il 15 settembre (cioè tra il 10° e il 5° giorno antecedente quello della votazione), l’elettore deve far pervenire al Sindaco del Comune nelle cui liste è iscritto, con modalità, anche telematiche, i seguenti documenti:

  • una dichiarazione in cui si attesta la volontà dell’elettore di esprimere il voto presso il proprio domicilio indicando con precisione l’indirizzo completo del domicilio stesso;
  • un certificato, rilasciato dal funzionario medico designato dai competenti organi dell’azienda sanitaria locale, in data non anteriore al 6 settembre (14° giorno antecedente la data della votazione), che attesti l’esistenza delle condizioni di cui all’articolo 3, comma 1, del decreto-legge (trattamento domiciliare o condizioni di quarantena o isolamento fiduciario per Covid-19).
  • L’elettore ammesso al voto domiciliare sarà assegnato alla sezione ospedaliera territorialmente più prossima al domicilio del medesimo.
  • Il voto di questi elettori viene raccolto durante le ore in cui e' aperta la votazione. Viene assicurata, con ogni mezzo idoneo, la liberta' e la segretezza del voto nel rispetto delle esigenze connesse alle condizioni di salute dell'elettore.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nuovo Dpcm, seconde case e nuove regole: tutte le risposte

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Oggi è il Blue Monday: il giorno più triste dell'anno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Chioschi a Bologna e provincia: la nostra mini guida

  • social

    Ricette antifreddo: la Zuppa boscaiola

Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento