menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni Regionali nel 2020? Borgonzoni: “Per due o tre stipendi in più"

Il sottosegretario all’Interno sull'ipotesi lanciata su un quotidiano

"L'ipotesi di posticipare le elezioni regionali in Emilia-Romagna nel 2020 è semplicemente lunare”. A dirlo è il sottosegretario all’Interno, la leghista Lucia Borgonzoni facendo seguito all'ipotesi lanciata su “Repubblica”. La spiegazione sarebbe di tipo amministrativo: con due mesi e mezzo di tempo in più la Regione potrebbe consegnare e votare il prossimo bilancio

“Capisco che il trionfo della Lega alle europee preoccupi qualcuno, ma qui sono in ballo i diritti dei cittadini elettori e l'interesse generale ed esclusivo della nostra regione”. La Lega Nord di fatti il 26 maggio è risultato il partito più votato in Emilia-Romagna.

“Inutile arrampicarsi sugli specchi, magari per due o tre stipendi in più. Non c'è spazio per sotterfugi furbetti né per cavilli improbabili - continua la leghista - la scadenza naturale è novembre 2019 e in quel mese devono essere celebrate le elezioni per il rinnovo degli organi regionali. Bonaccini sia chiaro su questo una volta per tutte. Non vorrei che questa perdita di tempo, nella speranza che le elezioni vengano in chissà quale modo ritardate, fosse legata alla volontà di fare una legge di bilancio regionale piena di promesse. Abbiano il coraggio di passare prima dalle urne e di contarsi, facendo così scegliere ai cittadini le politiche con cui vogliono essere governati" conclude il sottosegretario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento