menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rimpasto di Giunta, a Lepore la Cultura, Merola: 'Scelte sofferte, ma autonome'

A Barigazzi spetterà il ruolo di coordinatore della Giunta mentre Aitini eredita le deleghe di Malagoli

Formalizzato il rimpasto di giunta. Dopo le indiscrezioni di stampa di stamane è finalmente arrivata l'ufficialità: la Giunta Merola bis cambia baricentro, posizionandosi maggiormente attorno al partito reggente della maggioranza in Consiglio, ovvero il Partito Democratico.

Fuori Riccardo Malagoli (Sicurezza) e Gambarelli (Cultura) entrano i due giovani dem, Marco Lombardo e Alberto Aitini. E' quest'ultimo, 33enne già segretario cittadino, a ereditare le deleghe di Malagoli e cioè Sicurezza urbana integrata, Polizia Municipale, Protezione civile, Manutenzione del patrimonio e del verde pubblico, Rapporti con il Consiglio comunale.

Aitini si prende anche la delega al Commercio, in precedenza in carico a Matteo Lepore, che mette nel portafoglio deleghe l'assessorato alla Cultura, mantenendo quelle a Promozione della città, Agenda digitale, Immaginazione civica (Urban Center, Programma PON Metro), Patrimonio, Sport.

Un ruolo su misura invece per Marco Lombardo, 36 anni: per il consigliere renziano le deleghe a Relazioni europee e internazionali, Lavoro, Attività produttive, Progetto “Insieme per il Lavoro”, Politiche del Terzo Settore, Cooperazione internazionale, ONG.

Infine novità anche per altri assessori: l'Assessore Giuliano Barigazzi, già alla Sanità, assume l’incarico di Coordinatore di Giunta.

"Sono state scelte per me impegnative, anche dal punto di vista personale" precisa il Sindaco Virginio Merola, ringraziando Gambarelli e Malagoli e dicendo di comprendere lo stato d'animo di quest'ultimo (L'ex assessore alla sicurezza aveva esternato più che delusione attraverso le colonne di diversi quotidiani locali, ndr).

Ciò nonostante Merola ci tiene a smentire 'ordini di scuderia' e che la genuinità delle decisioni, che "assumo in autentica autonomia, ovvero con senso di responsabilità e con la convinzione che sono utili per la stabilità, l'unità e l'efficacia dell'azione di governo nell'interesse generale della città".

"Una scelta legittima e autonoma del Sindaco, come da sue prerogative e non collegata a nessuna delle sfide che il Pd affronterà nelle prossime settimane - ha fatto sapere il segretario del PD Francesco Critelli - una decisione da salutare con favore, trattandosi di due giovani dirigenti capaci, competenti e responsabili. A loro spetterà essere all’altezza di un incarico così importante, per rendere più efficace l’azione del governo cittadino nell’esclusivo interesse dei bolognesi. La nostra città ha molte e belle sfide da affrontare, con i due nuovi innesti la Squadra guidata dal Sindaco Merola avrà due frecce di valore in più nel suo arco!. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento